redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Virus, 8 decessi nelle ultime 24 ore – TG Plus NEWS Venezia

1.12KViews
Condividi sui social

TG Plus NEWS Venezia – ed. 1 aprile

Cronaca. Virus, 8 decessi nelle ultime 24 ore

Iniziamo come di consueto con i dati relativi al contagio da Coronavirus. Aggiornamento fornito da Azienda Zero della Regione Veneto che, negli ultimi bollettini, ha introdotto ulteriori statistiche allo scopo di fornire una lettura maggiormente dettagliata dei casi positivi realmente presenti nel nostro territorio, non solo quindi quelli che avvengono ufficialmente nelle strutture ospedaliere. Il riferimento è soprattutto per i casi che vengono osservati nelle case di riposo che, sino a qualche giorno fa, non erano comprese. Nella provincia di Venezia, in base del domicilio del soggetto positivo, abbiamo un totale di casi con tampone positivo pari a 1192, questo è un dato cumulativo. I casi attualmente positivi sono 1038, deceduti in ospedale più extra ospedale sono 71, negativizzati virologici 83. Anche questi ultimi due numeri sono di natura cumulativa. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 59. La registrazione di decessi nelle ultime 24 ore è quella più alta, ovvero pari ad otto persone.

Cronaca. Case di riposo, avviati piani di controllo

Uno dei punti più importanti della lotta contro l’emergenza dell’epidemia è certamente la difesa delle case di riposo. Il direttore dell’Ulss 3, Giuseppe Dal Ben, ha fatto sapere che la propria struttura ha già da tempo attenzionato le strutture che ospitano le persone anziane. Sono stati infatti avviati, come da indicazione regionale, il “piano strutture residenziali per anziani” e il “piano tamponi” che vedrà effettuare test a 3.850 ospiti e a 1.710 operatori. Parallelamente, nei prossimi giorni, l’attenzione dell’Ulss 3 si concentrerà anche nelle strutture dei disabili. Nelle case di riposo della Ulss 3, attualmente, si contano 3.850 ospiti e 1.710 operatori, tra dipendenti e non: per quanto riguarda gli ospiti si registrano 26 anziani in isolamento preventivo, 6 positivi, 7 ricoverati e 2 deceduti; per quanto riguarda il personale, invece, si registrano 31 in isolamento preventivo, 9 positivi, ma nessun ricovero né decesso.

Cronaca. Contributi spesa, a breve il modulo su “DiME”

Durante la consueta diretta pomeridiana, il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha annunciato che, per quanto riguarda i “contributi per la spesa” arrivati per l’emergenza Coronavirus dal Governo, l’Amministrazione comunale sta predisponendo un modulo unico che sarà pubblicato sulla piattaforma online “DiMe”. Nel frattempo è arrivato un duro attacco, tramite la sua pagina Facebook, da parte di Gianluca Trabucco. Il Presidente della Municipalità di Chirignago Zelarino, nonché dal 2017 facente parte di Articolo UNO, di cui è portavoce metropolitano di Venezia ha scritto: “per strappare un sorriso va anche bene ma, a scanso di equivoci, è il caso di ribadire che quello che mancava non era la simpatica presenza di Brugnaro ma le azioni, che ancora mancano, dell’Amministrazione Comunale. Per cui meno dirette Facebook e più provvedimenti per le persone in difficoltà”. Queste la stoccata finale di Trabucco.

Cronaca. Schianto nave da crociera frutto di errore umano?

Ricorderete tutti lo schianto di una nave da crociera lo scorso giugno contro la banchina  della marittima  a San Basilio. Stiamo parlando dell’Avaria della Msc Opera. Ebbene, le prime conclusioni degli esperti, che sono consulenti tecnici della procura, scagionano rimorchiatori e piloti del porto, viceversa puntano il dito verso il personale della nave.  Sino al prossimo 5 maggio, i tecnici della difesa  potranno presentare le loro contro controdeduzioni. In pratica il comandante, nonostante una avaria elettrica, avrebbe dovuto spegnere i motori della nave, affidandone ai rimorchiatori la conduzione.

Cronaca. Il Mose sembra reggere al mare mosso

Il Mose sembra poter reggere anche al mare mosso. Almeno questa è la conclusione che si è avuta ieri, dopo il primo dei due test di sollevamento della parte dell’opera che si trova dalla parte di Chioggia. Va detto che in questo periodo erano proseguiti i lavori, in modo tale da poter installare tutti i compressori che servono per manovrare le paratoie. Finora gli altri test si erano quasi sempre svolti con una situazione ideale di mare piatto, tranne una volta a Malamocco.

Condividi sui social