redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Ancora acqua alta, rientra in azione il Mose – TG Plus NEWS Venezia

951Views
Condividi sui social

CRONACA. Acqua Alta a 135 cm, in azione il Mose

Le ultime stime, diffuse dal Centro Maree alle 7 di stamane, confermano per stamattina una nuova alta marea di importanti proporzioni a Venezia. Questo perché l’evoluzione meteo in atto conferma la presenza di venti di scirocco sul basso e medio Adriatico e di bora sul golfo di Venezia. Si prevede un massimo di marea di 130 centimetri per le 10.45 di oggi e di 120 centimetri per domani.  Allarme rosso per la città di Chioggia, dove si prevedono circa 15 centimetri in più rispetto a Venezia, causa forte vento di bora. Il Provveditorato informa che verrà eseguito un test per il sollevamento delle paratoie del Mose. Il sollevamento delle paratoie alla bocca di porto dovrebbe preservare la città, se si ripeterà il buon funzionamento della prima sperimentazione avvenuta pochi giorni fa.

CRONACA. Protezione civile, Borrelli a Venezia

E il capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli è arrivato in visita alla Smart control room al Tronchetto. Ha incontrato il vicesindaco Tomaello e il coordinatore della Struttura commissariale per l’emergenza acqua alta Ceron. Discutere delle peculiarità nella gestione e nel monitoraggio di una realtà come Venezia attraverso le funzionalità della Smart control room. Questi, tra gli altri, oltre al punto della situazione del Commissariamento post acqua granda del 2019, i temi al centro dell’incontro. A Borrelli sono state mostrate le funzionalità della Smart Control Room, con particolare attenzione alle nuove attrezzature e tecnologie utilizzate per il monitoraggio costante della città: dai controlli sulle maree, alla gestione del traffico e degli accessi al centro storico. Strumenti che aiutano, con il coordinamento simultaneo dei vari servizi comunali presenti, ad avere un occhio vigile su Venezia e sulla terraferma, consentendo così interventi rapidi e capillari in caso di necessità.

POLITICA. Oggi Consiglio Regionale e Comunale

Venezia oggi sarà il crocevia della politica veneta.  A Palazzo Ferro Fini alle 13 s’insedia il nuovo Consiglio regionale. Misure di sicurezza stringenti, con tamponi rapidi per tutti i consiglieri regionali. A presiedere la prima seduta della legislatura in via provvisoria sarà il consigliere anziano Fabiano Barbisan (Zaia Presidente), affiancato dai due eletti più giovani di età: Tommaso Razzolini (Fratelli d’Italia) e Alessandra Sponda (Zaia Presidente). Come prevede lo Statuto della Regione Veneto, giovedì l’assemblea provvederà ed eleggere a scrutinio segreto il nuovo presidente, a maggioranza di due terzi dei componenti. Qualora nelle prime due votazioni non sia possibile raggiungere il quorum dei due terzi, il presidente sarà eletto a maggioranza assoluta. Seguiranno poi, sempre a scrutinio segreto, l’elezione dei due vicepresidenti (uno indicato dalla maggioranza e uno dall’opposizione) e, in analogia, dei due consiglieri segretari. Alle 14, invece, l’appuntamento si sposta a Ca’ Loredan per la prima del nuovo Consiglio comunale di Venezia, con la riconferma del sindaco uscente Luigi Brugnaro. Anche qui misure stringenti di sicurezza e porte chiuse per il pubblico. L’emergenza sanitaria non permette assembramenti. La seduta sarà visibile in streaming.

ATTUALITA’. Passante chiuso nel weekend

Secondo weekend di chiusura per il Passante di Mestre, che anche questo fine settimana, come il precedente, sarà oggetto di lavori in carreggiata ovest (direzione Milano) per completare il periodico pacchetto di manutenzioni e verifiche avviato venerdì scorso. Per consentire la realizzazione di più interventi (risanamenti profondi, verde, pulizie, segnaletica, impianti, ispezione di ponti, sottopassi e viadotti) in un’unica soluzione, il tratto di A4 rimarrà chiusosolo in direzione Milano, tra le interconnessioni con la A57-Tangenziale di Mestre, a Quarto d’Altino e Dolo, dalle ore 21.00 di venerdì 16 alle ore 6.00 di lunedì 19 ottobre e con il traffico deviato all’altezza di Quarto d’Altino sulla carreggiata ovest della A57-Tangenziale di Mestre, attraverso l’uscita obbligatoria per la stazione autostradale di Venezia Est. Regolare invece il traffico sul Passante in direzione Trieste. Anche in questo caso, durante i giorni e gli orari di lavori, saranno chiusi in entrata, in direzione Milano, i caselli di Preganziol, Martellago-Scorzè e Spinea. La chiusura è possibile grazie alla presenza di due percorsi autostradali alternativi tra loro (Passante e A57-Tangenziale di Mestre) che consente a Concessioni Autostradali Venete di dirottare il traffico all’interno delle proprie competenze, chiudendo l’intera carreggiata oggetto di lavori, con vantaggi per la sicurezza sia degli operatori che dei viaggiatori, oltre a una maggior scorrevolezza del traffico.


Condividi sui social