redazione@tgplus.it
TG+ Venezia

Coronavirus, diciannove contagi in più – TG Plus NEWS Venezia

2.25KViews
Condividi sui social

TG Plus NEWS Venezia – ed. 12 marzo

Cronaca. Coronavirus, nel veneziano 19 nuovi contagi

Iniziamo il nostro TG con il consueto bilancio dei danni alla salute causati dal coronavirus. Nel veneziano diciannove contagi in più, tutti nella notte tra martedì e mercoledì. Quello di ieri è stato il secondo giorno senza decessi. Una tregua comunque armata visto che il saldo finale arriva a 179 contagi, tra ricoverati (61) e asintomatici, di gran lunga il numero maggiore: 118.
Tra i diciannove casi di giornata, si registra il primo contagio al Lido. Un uomo, quarantenne, è ricoverato all’ospedale Civile dopo aver contratto il Coronavirus. Le sue condizioni sono date comunque in miglioramento.

Cronaca. Coronavirus, norme e controlli più severi

Normative più stringenti e di conseguenza anche i controlli. Dopo aver concesso un po’ di tempo per far digerire ai cittadini le nuove disposizioni, le forze dell’ordine, in particolare i carabinieri, hanno iniziato a comminare le prime multe e di conseguenza a fare le prime denunce, per la precisione venti nel solo centro storico. Motivo? Incontri e assembramenti, che non sono autorizzati, di giovani irrispettosi delle nuove regole. Oltre ai casi segnalati dai carabinieri, sul tavolo del prefetto Vittorio Zappalorto ne è arrivata un’altra ventina: una decina della polizia locale, un’altra decina dalla polizia di Stato. Ricordiamo che anche se si è a piedi nella propria città non giustifica nulla, è necessaria sempre l’autocertificazione.

Cronaca. Coronavirus, Jesolo “sorvegliata speciale”

Posti di blocco alle principali via di accesso al lido nel fine settimana. La città di Jesolo, invasa dai turisti domenica scorsa, ha richiesto particolare attenzione da parte del Comune. Tra venerdì, sabato e domenica la polizia locale di Jesolo sarà impiegata costantemente per fermare le auto in arrivo al lido a meno che non abbiano il modulo di autocertificazione per comprovate esigenze lavorative, ragioni di salute, situazioni di necessità o rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Un taglio netto a tutti i turisti e pendolari che la scorsa domenica hanno invaso la città balneare, la spiaggia, i chioschi e locali.

Cronaca. Acqua Alta, più tempo per presentare i documenti

Come commissario straordinario per l’emergenza, e a seguito dell’emergenza Coronavirus, Luigi Brugnaro sta per firmare un’ordinanza commissariale con la quale si sposta la scadenza per la presentazione della documentazione relativa ai danni subiti, da privati e attività commerciali, in seguito all’acqua alta dello scorso 12 novembre, dal 30 aprile al 30 settembre. In questi giorni la struttura commissariale sta inviando a tutti i quasi 7mila richiedenti una mail per informarli dell’inserimento di una nuova funzione grazie alla quale è possibile segnalare il completamento delle integrazioni, previa verifica della correttezza formale dei dati inseriti.

Cronaca. Alloggi pubblici, in arrivo i nuovi canoni

I direttori delle Ater del Veneto e i Comuni interessati, tra i quali quello di Venezia, stanno inviando in questi giorni le lettere di comunicazione e i relativi bollettini precompilati agli oltre 40 mila inquilini assegnatari di un alloggio pubblico di proprietà di Ater, Comuni o municipalizzate. I nuovi canoni, ricalcolati con l’utilizzo della piattaforma regionale che raccoglie tutte le informazioni dei nuclei assegnatari e degli immobili destinati ad edilizia residenziale pubblica, hanno valore retroattivo, a partire dal 1° luglio scorso. Nella quasi totalità dei casi i nuovi conteggi determinano riduzioni del canone dovuto.

Condividi sui social