redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Corruzione e abusi, a Treviso 8 persone indagate

359Views
Condividi sui social

CRONACA. Corruzione e abusi, a Treviso 8 persone indagate

Si è svolta oggi, a Treviso, l’udienza preliminare a carico di un ex carabiniere in servizio a Castelfranco Veneto e di altre sette persone, tra cui un investigatore privato di Montebelluna ed un agente della polizia municipale, accusati a vario titolo di corruzione, abuso d’ufficio, rivelazione e utilizzo di segreti d’ufficio, peculato, falso ideologico ed esercizio abusivo della professione. Le indagini avrebbero messo in evidenza l’esistenza di una rete per lo scambio di favori e informazioni riservate con la violazione della riservatezza della banca dati a disposizione delle sole forze dell’ordine.

ATTUALITA’. Furto alla profumeria, il ladro in fuga immortalato su Tik Tok

Un nuovo dispositivo T-xroad è in arrivo a lungo il Terraglio a Mogliano contro i furbetti alla guida. Il nuovo dispositivo di rilevazione delle infrazioni al passaggio dei veicoli quando scatta il rosso con lettura della targa – come riporta il quotidiano La Tribuna di Treviso – sarà installato in questi giorni all’incrocio con via Ronzinella. Il nuovo T-xroad lungo il Terraglio si aggiunge a quelli già in funzione ai semafori di via Don Bosco, via Barbiero e via Pra dei Roveri. Per permettere l’installazione del dispositivo la carreggiata sarà ristretta quindi in prossimità dell’incrocio e limite di velocità ridotto temporaneamente a 30 chilometri all’ora fino a fine cantiere.

CULTURA. Leo Da Vinci de Gli Alcuni vince il Premio alla Regia NYAFA

Ancora un successo per il Made in Treviso. Il festival cinematografico New York Animation Film Awards ha premiato Sergio Manfio, fondatore con Francesco Mangio de Gli Alcuni, per la Miglior Regia per la serie televisiva in animazione “Leo da Vinci”. Nei prossimi giorni intervista esclusiva.

REGIONE. Emergenza migranti, Zaia “L’Europa batta un colpo”

Emergenza migranti: il presidente del Veneto, Luca Zaia, torna ad attaccare l’Unione Europea. “Mi chiedo come si possa accettare che due paesi come Francia e Austria possano sospendere Schengen per evitare che arrivino i migranti dall’Italia. A livello europeo il ricollocamento dei migranti non sta funzionando. Ci troviamo davanti a numeri da esodo biblico: 200mila persone sbarcheranno quest’anno in Italia, il Veneto oggi ha già superato i 9mila richiedenti asilo ospitati sul territorio regionale. Davanti a questa emergenza è fondamentale che l’Europa, se c’è, batta un colpo”.

 

 

 


Condividi sui social