redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

COVID, 66 nuovi casi nel veneziano – TG Plus NEWS Venezia

983Views
Condividi sui social

CRONACA. COVID, 66 nuovi casi nel veneziano

Emergenza Coronavirus. Il bollettino di Azienda Zero di oggi,  sabato 3 aprile, dato riferito alle 8 registra rispetto alle 17 di ieri,  650 nuovi casi di contagio in Veneto,  dei quali 66  in provincia di Venezia. In Regione il numero degli attualmente positivi ha toccato quota  37.503 dei quali 6.358 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio della pandemia sono stati registrati 387.601 contagi nel territorio regionale,  63.408 nella provincia veneziana. Situazione ricoveri:  sono attualmente 1.652 i pazienti positivi al covid in cura negli ospedali veneti, nelle aree non critiche,  286  nelle terapie intensive.

ECONOMIA. CGIA Mestre: “il 2021 sarà un anno d’oro per i lavoro nero”

A seguito della pesantissima crisi economica in corso, l’esercito dei lavoratori in nero presente in Italia è in forte espansione. Nell’ultimo anno, ricorda l’Ufficio studi della CGIA, la crisi pandemica ha provocato una perdita di circa 450 mila posti di lavoro. Con le chiusure imposte nelle ultime settimane, a tanti di questi disoccupati  si sono aggiunti molti addetti del settore alberghiero e della ristorazione e altrettante finte parrucchiere ed estetiste che quotidianamente si recano nelle case degli italiani ad esercitare irregolarmente i servizi e le prestazioni più disparate. Un numero di invisibili difficilmente quantificabile, anche se secondo gli ultimi dati stimati qualche anno fa dall’Istat, quindi ben prima dell’avvento del Covid,  i lavoratori in nero presenti in Italia erano molti: circa 3,2 milioni. Tra i principali problemi, secondo la CGIA di Mestre: lo sblocco dei licenziamenti allargherà il rischio, le chiusure in “zona rossa” fanno crescere questa piaga,

ATTUALITA’. Al parco Catene di Marghera apre una nuova area cani

Sono terminati i lavori per la realizzazione della nuova area cani nel parco Catene a Marghera che da oggi sarà ufficialmente aperta al pubblico. La nuova area si va ad aggiungere a quelle che Comune di Venezia che  ad oggi, commenta l’assessore all’Ambiente, Massimiliano De Martin  conta su 7 aree tra Chirignago e Zelarino, 6 a Mestre, 3 tra Favaro Veneto e Campalto, 2 a Marghera, 2 nelle Isole di Sacca Fisola e Murano nonché 1 al Lido. Senza contare che a breve inizieranno i lavori per realizzarne una al Quartiere Pertini e altre in quartieri che ancora ne sono sprovvisti”. A Parco Catene l’area è composta da una duplice zona di sgambamento, una per cani di taglia medio-grande ed una per animali medio-piccoli, per un totale di quasi 2.000 metri quadri. In entrambe sono presenti fontanelle per permettere ai cani di potersi dissetare e panchine per i loro padroni.

ATTUALITA’. San Dona’, realizzata la nuova illuminazione di via Basso

Anche via Basso, nel tratto tra via Noventa e via Cabruna, si accende: è stata realizzata infatti la nuova illuminazione, e questo fine settimana è stato il primo a luci finalmente accese. L’illuminazione è costituita da 17 pali su cui sono montate altrettante lampade web a risparmio energetico.
“Il sistema di illuminazione cambierà – così Lorena Marin, assessore ai Lavori Pubblici – non solo per il grande risparmio energetico, ma anche per l’innovazione tecnologica: verrà infatti avviato il controllo da remoto delle luci, che permetterà di monitorare costantemente la situazione e intervenire con prontezza nel caso di eventuali guasti”


Condividi sui social