redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

COVID, Cluster a Isola Verde: l’indagine epidemiologica dell’Ulss 3 Serenissima – TG Plus NEWS Venezia

731Views
Condividi sui social

CRONACA. COVID, Cluster a Isola Verde: l’indagine epidemiologica dell’Ulss 3 Serenissima

A seguito di un caso di positività al Covid-19 registrato in un centro estivo in località Isola Verde, l’Ulss 3 Serenissima ha proceduto nei giorni scorsi ad una rigorosa indagine epidemiologica. Sono una cinquantina i tamponi eseguiti: l’indagine ha infatti inteso verificare in modo diffuso il possibile contagio, sia sui “contatti stretti” che sulla cerchia allargata delle persone che hanno avuto contatti con il caso iniziale.

Sono 14 le persone risultate positive, tutte non residenti nell’Ulss 3 Serenissima, collegate alle attività del centro estivo, in gran parte minori. I soggetti positivi, già rientrati nei territori di residenza, sono stati sottoposti ad isolamento; ai soggetti che risultano essere stati “contatti stretti” è stato imposta la consueta quarantena.  I tamponi positivi raccolti con l’indagine epidemiologica sono stati inviati ai laboratori di competenza per verificare la presenza di varianti particolari del virus. L’Ulss 3 Serenissima prosegue ogni necessario monitoraggio sul luogo in cui è stato identificato il contagio.

ECONOMIA. Ripartenza di Venezia, manovra da 19 milioni di euro

L’assessore al Bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin ha presentato questa mattina, martedì 29 giugno, a Ca’ Farsetti, una manovra di bilancio di supporto alla ripartenza della Città, lo stato di attuazione dei programmi, il Documento unico di Programmazione per il triennio 2022/2024 e la verifica degli equilibri generali di Bilancio. Il provvedimento, contenuto in una delibera approvata dalla Giunta comunale, prevede misure di sostegno per un importo di circa 19 milioni di euro. tutti i dettagli nel nostro portale di informazione notizieplus.it.

CRONACA. Stazione di Venezia-Mestre, un arresto e due denunce

Nella giornata di ieri, nel corso di un’attività di controllo espletata nella stazione ferroviaria di Venezia-Mestre, e nelle aree circostanti,  il  personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale  ha tratto in arresto una 64enne, risultata destinataria di  un ordine di carcerazione, emesso  dal  Tribunale di Pisa, dovendo espiare una pena detentiva di 8 mesi per furto aggravato. La donna, già nota in quanto persona dedita a commettere furti sui mezzi pubblici, è stata vista aggirarsi con fare sospetto nel piazzale antistante lo scalo mestrino; fermata per un controllo in Banca Dati della Polizia, è emerso il provvedimento restrittivo a suo carico. La 64enne, che è stata indagata anche per il reato di sostituzione di persona, avendo esibito ai poliziotti un documento non suo, e per la violazione della normativa sull’immigrazione, al termine degli adempimenti previsti, è stata portata alla Casa di Reclusione Femminile di Venezia. Nella stazione di Venezia-Mestre inoltre, gli operatori della Sezione Polfer hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due uomini di 45 e 38 anni, responsabili  di occupazione abusiva di proprietà altrui e di inottemperanza all’ordine di espulsione emesso nei loro confronti.

ATTUALITA’. AJA: “Foresterie per i dipendenti al posto degli alberghi dismessi”

“Foresterie per i dipendenti, al posto degli hotel dismessi e che non rientrano tra le strutture con i requisiti per il cambio di destinazione d’uso”. La proposta è dell’Associazione Jesolana Albergatori, attraverso il presidente Alberto Maschio, in una stagione in cui, complice l’acuirsi dell’incertezza della ripresa e a fronte anche di alcuni ammortizzatori sociali che non hanno agevolato l’avvio dei rapporti di lavoro, quello del “reclutamento” di personale è diventato un problema particolarmente sentito da tutto il comparto turistico. Le ripercussioni si stanno avvertendo anche in questi giorni, con strutture alberghiere, ma anche della ristorazione e della spiaggia, che continuano ad avere difficoltà nel completare l’organico. “Jesolo  – commenta il presidente Maschio – sarebbe la prima città turistico-balneare a lavorare su una proposta del genere”. Ulteriori dettagli nel nostro sito notizieplus.it.


Condividi sui social