redazione@tgplus.it
Senza categoriaTG+

Evacuata San Liberale – TG Plus NEWS 22 novembre ed. pomeriggio

1.04KViews
Condividi sui social

Notizie TG Plus NEWS 21 novembre ed. pomeriggio

 

Cronaca : Evacuato parte di San Liberale per fuga di gas

Evacuato mezzo quartiere dal mattino a San Liberale, quartiere di Treviso. Una fuga di gas che non si riesce ad individuare, tra l’ufficio postale e l’ex bar Snoopy, lungo via Tre Venezie, sino alla rotonda di Piazza Unità d’Italia. Mezzo quartiere blindato, da carabinieri e vigili del fuoco e addetti ai sottoservizi per tentare di individuare la fuoriuscita di gas. Alcuni condomini lungo via Tre Venezie sono stati fatti uscire dalle abitazioni.

Attualità : Nuovi finanziamenti per la Greenway

La Regione continua a investire nel potenziamento della rete ciclabile del Veneto: la Giunta ha deliberato la realizzazione di due interventi, uno in provincia di Treviso e
l’altro in provincia di Verona. Il primo riguarda la “Greenway del fiume Sile. Da borgo a borgo”: la Regione ha
approvato un cofinanziamento di 100 mila euro per la completa copertura finanziaria
dell’intervento oltre ai 900 mila euro già destinati . Con il milione di euro sarà realizzato il progetto
per la riqualificazione dei percorsi ciclopedonali nelParco del Sile, per la realizzazione del
collegamento tra la località Sant’Angelo (Treviso Ovest) con Quinto di Treviso.

Cronaca : Gestione rifiuti non autorizzata, arrivano i CC a Vazzola. 

Gestione di rifiuti non autorizzata, operazione dei carabinieri a Vittorio Veneto. Un’area di Società Autostrade, in via Savassa, trasformata in discarica con oltre dieci metri cubi di rifiuti inerti provenienti dallo sgombero di abitazioni. Denunciato 38enne marocchino, titolare di un’impresa con sede legale a Vazzola.

Attualità : Daspo urbano a Mogliano, opposizioni contro il sindaco. 

Daspo urbano a Mogliano, opposizioni all’attacco del sindaco. Il gruppo consiliare Mogliano Bene Comune annuncia battaglia nel prossimo consiglio comunale: «Non ci sarà quindi più spazio per persone senza fissa dimora o che chiedono l’elemosina per strada o di fronte ai nostri supermercati»

 


Condividi sui social