redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Il 17 dicembre sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori dei porti – TG Plus NEWS Venezia

644Views
Condividi sui social

CRONACA. Il 17 dicembre sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori dei porti

Venerdì 17 dicembre è stato indetto uno sciopero nazionale di tutti i lavoratori dei porti. “Siamo molto preoccupati per il futuro del lavoro del porto di Venezia – si legge in una nota ufficiale dei sindacati FILT – CGIL,  FIT – CISL,  UILTRASPORTI – non c’è una strategia, un ruolo di questa portualità per la Regione ed il Paese non è chiara la sua convivenza con la laguna e la Città storica e tutte queste incertezze creano indecisione sugli investimenti e le prospettive delle imprese in una delicatissima fase, anche questa in ritardo, relative al rinnovo delle concessioni. Siamo molto preoccupati per il futuro del lavoro del porto di Chioggia, dove non si comprendono le possibili prospettive di intreccio con il lavoro della portualità Veneziana e anche qui esistono deficit pesanti sulle infrastrutture, dai canali inadeguati, al mo.se  alla intasata statale Romea, ad una indispensabile riorganizzazione del lavoro del porto tra terminalisti, Compagnia Portuale e imprese di servizio. Va confermato il modello di regolazione del lavoro nel porti di Venezia e Chioggia sia per i terminalisti come per le Compagnie portuali e le imprese di servizi e tutti devono trovare nella loro autonomia di impresa eque occasioni di lavoro in un sistema che permetta a tutte le imprese di competere e di lavorare con garanzie occupazionali, di reddito e di lavoro in sicurezza.

CRONACA. Il caro-bollette è già servito, fattura del gas da capogiro per un impiegato mestrino

Cosa succederà nel 2022 quando gli aumenti delle bollette si concretizzeranno in modo completo e definitivo? A giudicare da quello che sta già accadendo, il rischio di un vero dramma sociale è dietro l’angolo, come dimostra un caso emblematico seguito da Adico in questi giorni e che non lascia intravedere nulla di buono per il futuro. La vicenda riguarda un impiegato mestrino che si è rivolto all’ufficio legale dell’associazione per chiedere lumi sulla bolletta del gas. L’uomo infatti ha ricevuto di recente la fattura del gas per il periodo che va dal 23 ottobre 2020 al 27 ottobre 2021 per un importo totale di 1.247 euro. Tutto normale? Nient’affatto, considerando che per un periodo praticamente identico, dal 23 ottobre 2019 al 22 ottobre 2020, ha pagato 657,50 euro, ovvero la metà. “Se il buon giorno si vede dal mattino – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – servirà un intervento ben superiore da parte del governo rispetto a quello annunciato. Queste bollette non dovrebbero aver risentito ancora degli aumenti completi, visto che i secondi rincari, dopo quelli di luglio, sono arrivati a ottobre. Per noi la strada per contenere il caro-bollette è una sola, ovvero intervenire sull’imponente tassazione che ormai rappresenta metà dell’importo totale contenuto in fattura”.

CRONACA. Motonautica Venezia avrà uno spazio all’ex Ospedale pediatrico Umberto I

La Giunta comunale, riunitasi ieri, ha approvato gli indirizzi per la concessione triennale dell’edificio nel compendio di proprietà del Comune di Venezia denominato “Ex Ospedale Pediatrico Umberto I” di Sant’Alvise a Cannaregio. Si è quindi deciso di assegnare l’edificio a titolo oneroso per la durata di tre anni all’associazione Motonautica Venezia che ha lo scopo di incrementare gli sport nautici, nonché lo sviluppo delle attività e iniziative a carattere diportistico, turistico e di studio nell’ambito nautico e subacqueo, rimanendo altresì a disposizione della Protezione civile per aiuto e soccorso alla popolazione in caso di situazioni di emergenza e non.

CULTURA. Mira, giovedì a Villa dei Leoni l’inaugurazione della sala dedicata al pittore Vittorio Basaglia

Giovedì 16 dicembre alle ore 17, in Villa dei Leoni, sarà inaugurata la Sala Vittorio Basaglia dedicata al pittore veneziano, scomparso nel 2005, che realizzò a Mira una serie di pannelli ispirati agli affreschi del Tiepolo. BasagliA fu capace di utilizzare molteplici linguaggi e materiali piegandoli alle esigenze espressive: pittura, scultura, disegno, e ancora ferro, vetro e terracotta hanno accompagnato il suo percorso espressivo dal quale emerge una fortissima attrazione per le forme plastiche. Nell’occasione sarà presentato il volume “Vittorio Basaglia ripropone il Tiepolo a Mira”, a cura di Valerio Vivian dell’associazione Mir’Arti di Mira. Sarà, inoltre, possibile vedere, solo per qualche giorno, anche un gruppo di schizzi, disegni e incisioni riferibili alle opere, con il seguente orario: 17, 18 e 19 dicembre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18,30. Accesso solo in possesso Super Green Pass da esibire all’entrata e indossando la mascherina. per la presentazione di giovedì 16 dicembre: prenotazione obbligatoria scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: cultura@comune.mira.ve.it o info@mirarti.it.


Condividi sui social