redazione@tgplus.it
TG+

Incendio allo sfasciacarrozze sulla Postumia – TG Plus NEWS

882Views
Condividi sui social

Notizie 14 giugno – ed. mattina

 

Cronaca. Incendio allo sfasciacarrozze sulla Postumia

Le fiamme, improvvise, ed una densa nube di fumo: questo il panorama della statale nel tardo pomeriggio di ieri tra Fiera e Silea. La causa, un incendio occorso all’autodemolizione “Zanini”. Il rogo si è sviluppato attorno ai teloni di plastica di un camion, propagandosi nelle vicinanze. Rapido l’intervento di vigili del fuoco, polizia e carabinieri; per fortuna non si sono registrati feriti o intossicati.

Cronaca. Acquedotto contaminato, dieci intossicati

Un’acqua torbida, sporca è uscita negli ultimi giorni dai rubinetti di alcune case a Castello di Godego. Colpa di un collegamento promiscuo alla rete idrica che avrebbe compromesso la tenuta delle tubature inquinando l’acqua erogata. La scoperta è avvenuta dopo che alcuni residenti hanno lamentato problemi gastrointestinali dovuti all’ingerimento o all’esposizione al liquido contaminato.

Cronaca. Acquisti con assegni falsi: tre denunciati

Utilizzavano titoli di credito falsificati per effettuare acquisti di merce costosa rispondendo ad annunci sul web. In breve tempo la banda, composta da tre napoletani di 30, 27 e 35 anni, aveva messo a segno diversi colpi assicurandosi Rolex, bottiglie di whisky e vini pregiati e raggirando tra gli altri un giovane asolano ed un 52enne castellano. Ieri però i carabinieri di Castelfranco hanno identificato i malfattori fermandoli a bordo di un’auto: per i tre è scattata la denuncia per truffa in concorso.

Economia. Stefanel, bocciato il piano di risanamento

Ora è ufficiale: i creditori in maggioranza hanno respinto il piano di risanamento che il management dell’azienda avrebbe dovuto presentare entro oggi in tribunale. La storica impresa del tessile di Ponte di Piave si avvia dunque verso l’amministrazione straordinaria, con l’insediamento nei prossimi giorni dei commissari inviati dal Mise. Incertezza riguardo al futuro tra i 253 lavoratori rimasti nella struttura.


Condividi sui social