redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Iniziati i lavori per smantellare l’Ovovia sul Ponte della Costituzione – TG Plus NEWS

821Views
Condividi sui social

TG Plus NEWS Venezia – ed. mattina 15 maggio

Attualità. Iniziati i lavori per smantellare l’Ovovia sul Ponte della Costituzione

“Rimuoviamo uno dei simboli dello spreco di risorse pubbliche”. Con queste parole il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha dato l’avvio questa mattina ai lavori per la rimozione dell’Ovovia sul Ponte della Costituzione, con l’allestimento del doppio cantiere lato Ferrovia e lato Piazzale Roma. “Inaugurata nel novembre 2013, cinque anni dopo l’apertura del ponte disegnato dall’architetto Calatrava, l’ovovia non è mai entrata a regime: tanti i guasti e i malfunzionamenti che l’hanno resa un’opera praticamente non utilizzata nel tempo, nonostante i 2 milioni di euro per realizzarla”, spiega l’Amministrazione comunale. Le operazioni di smantellamento sono state programmate dopo aver ottenuto l’ultimo via libera dalla Corte dei Conti: l’archiviazione del lungo procedimento per presunto danno erariale relativo all’installazione dell’ovovia per portatori di handicap sul ponte di Calatrava, dando così un “nulla osta tecnico” per la sua rimozione.

Attualità. Confcommercio Venezia presenta VetrineOnLine.com

L’emergenza Coronavirus ha costretto le persone a rimanere a casa e a non poter andare in quasi tutti i negozi. Per questo motivo in molti hanno deciso di acquistare prodotti attraverso piattaforme di e-commerce. Anche con la riapertura, però, permangono ancora delle difficoltà per poter usufruire dei servizi come avveniva prima. Le nuove norme sanitarie costringono gli esercenti, ad esempio, ad applicare il distanziamento sociale. Per questo motivo la Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia ha deciso di utilizzare una piattaforma digitale che si chiama VetrineOnLine.com. Di questa vetrina virtuale potrà quindi essere utilizzata da negozi, ristoranti, bar, uffici, commercio su aree pubbliche, mense, chioschi, gastronomie, take away, servizi alla persona, palestre, stabilimenti balneari. Lato clienti i servizi a disposizione saranno: le videochiamate, l’acquisto on-line, la verifica delle code, prenotazione tavoli, gestioni accessi.

Cronaca. Inseguimento in Autostrada con 5 feriti

Non si sa bene cosa gli sia preso ad un uomo albanese, residente in provincia di Verona che ieri ha deciso di entrare in autostrada, correre ad alta velocità cambiando continuamente corsia. Sta di fatto che la polstrada ha dovuto lavorare molto prima di fermarlo visto che il 32enne è riuscito ad arrivare poco dopo lo svincolo tra l’A4 e l’A57. In quella zona la polizia è riuscita a bloccarlo nonostante l’uomo, uscito dalla macchina, abbia tentato di fuggire a piedi con un taglierino in mano.  In tutto questo, ad avere la peggio sono stati due agenti, ed una famiglia composta da mamma e da due bambini che sono stati portati in ospedale.

Salute. I numeri dell’epidemia nel Veneziano

Tre nuovi morti, 4 persone in terapia intensiva, 7 nuovi positivi. È questa la situazione rappresentata dai numeri che l’epidemia nel veneziano. Il totale dei decessi di cittadini lagunari è arrivato a 264. L’unico ospedale che all’interno della rianimazione ha pazienti covid-19 è quello di Dolo con 4 unità. Anche Jesolo quindi si è svuotato. In totale le persone attualmente positive sono 357, di cui 82 in ospedale. Dall’inizio dell’epidemia sono 2.625 i casi di persone, certificate attraverso i tamponi, che hanno incontrato il virus.

Politica. Oggi Brugnaro in conferenza stampa

Oggi il Sindaco di Venezia farà il punto della situazione con la stampa. Brugnaro, assieme agli assessori, spiegherà quanto deciso nella riunione di Giunta che ha deciso di attuare alcune iniziative per il territorio del Comune di Venezia. Già ieri vi abbiamo parlato del primo lotto dei lavori di recupero degli edifici storici di Forte Marghera. Attesa anche per quanto riguarda il tema dei plateatici con il Comune  propenso a concedere ulteriore spazio a chi già lo ha, eliminando contemporaneamente la tassa, e a concederlo a chi non lo ha, facendo comunque in modo che non venga intralciata la viabilità. Il tutto sino a fine emergenza.

Condividi sui social