redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Jesolo, scoppia una bombola di azoto: morto un operaio 46enne – TG Plus NEWS Venezia

674Views
Condividi sui social

CRONACA. Jesolo, scoppia una bombola di azoto: morto un operaio 46enne

Gravissimo incidente sul lavoro nella tarda mattinata di oggi, lunedì 29 novembre, in piazza Brescia a Jesolo, dove è morto un operaio 46enne, durante alcuni lavori di manutenzione all’impianto antincendio dell’ufficio turistico. I Vigili del fuoco sono intervenuti con il personale del locale distaccamento, per mettere in sicurezza il sito. L’incidente è accaduto durante i lavori di manutenzione di alcune bombole cariche di azoto, che servono per l’impianto antincendio, le quali sono state smontate e dovevano essere portate per una revisione periodica; una di queste ha iniziato a sfiatare violentemente ed ha colpito ha colpito l’operaio, che è deceduto.  Sul posto oltre ai Vigili del Fuoco, sono intervenuti anche SUEM, lo Spisal, i Carabinieri e la Polizia locale.

CRONACA. Tensioni al PalaExpo, l’Ulss 3 denuncia: “Episodi inaccettabili”

“Gravi e non giustificabili in alcun modo”: l’Ulss 3 Serenissima, in una ota ufficiale,stigmatizza gli episodi di intimidazione sia fisica che verbale, culminati oggi al PalaExpo in ripetuti momenti di violenza nei confronti degli operatori sanitari impiegati nella vaccinazione, che hanno inoltre gravemente intralciato il lavoro svolto nel Centro vaccinale. “L’Azienda sanitaria condanna ogni atteggiamento intimidatorio ed ogni pretesa non giustificata, quando il bersaglio di queste azioni sono stati quegli operatori sanitari – e ancor più grave quelle operatrici sanitarie – che sono da ben più di un anno e mezzo impegnati in ogni modo al servizio della cittadinanza nel contrasto al contagio. Tutti i dettagli nel nostro portale di informazione notizieplus.it.

CRONACA. Rachele Spolaor Cavaliere della Repubblica, Zaia: “Fieri di lei”

“Un cavaliere giovanissimo, una ragazza coraggiosa, simbolo di quei giovani veneti che sanno assumersi le proprie responsabilità e mettersi in gioco. Rachele, con successo, ha messo in gioco anche la sua vita in un nobile gesto di altruismo e solidarietà che ha salvato una persona. A nome di tutti i Veneti posso dire che siamo veramente fieri di lei”. Così il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, si congratula per l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica che, oggi, il Capo dello Stato ha conferito a Rachele Spolaor, venticinquenne di Mestre. La giovane – riportando anche una frattura – l’anno scorso alla stazione di Mestre Ospedale, non ha esitato a soccorrere un malcapitato sui binari mentre stava sopraggiungendo un treno che, nel frattempo, ha attivato il freno.

CRONACA. Chirignago-Zelarino, presentati i lavori che modificheranno la viabilità

Sono stati presentati oggi nel Municipio di Chirignago gli interventi viari in cantiere che modificheranno, la mobilità del territorio, con un finanziamento di 250.000 euro ricevuto dal Comune. Saranno in totale otto i cantieri che potranno essere aperti: l’obiettivo è di farli partire entro la primavera prossima, e di chiuderli per l’estate. Previsti in particolare: in via Ivancich il ripristino dei marciapiedi del tratto tra la ciclabile ex Valsugana e via Santa Cecilia; in via Marieschi il ripristino della pista ciclabile in calcestruzzo tra via Trincanato e via Scaramuzza; in via Castellana il rifacimento della segnaletica orizzontale della pista ciclabile; la riasfaltatura di via Urania e di via Nettunia. E’ inoltre prevista la realizzazione di due nuovi tratti di pista ciclabile: uno in via Friuli, che la collegherà a via Miranese, e l’altro in via Etruria, con sbocco da una parte in via Calabria e dall’altra sull’ex Valsugana, con il contemporaneo rifacimento dei marciapiedi esistenti.


Condividi sui social