redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

La ditta annulla il contratto per “insostenibili condizioni di mercato”: lui perde il superbonus – TG Plus NEWS Venezia

1.16KViews
Condividi sui social

CRONACA. La ditta annulla il contratto per “insostenibili condizioni di mercato”: lui perde il superbonus

Lo scorso giugno sembrava tutto pronto: ditta, contratto d’appalto, caparra. Ma, a distanza di circa sette mesi, un docente di Musile, ha visto sfumare da un giorno all’altro la prospettiva di utilizzare il superbonus 110% per ristrutturare la propria abitazione. Motivo? L’azienda incaricata dei lavori ha rigettato il contratto a inizio febbraio per “l’impossibilità sopravvenuta e generalizzata di molte materie prime e lavorazioni afferenti all’esecuzione dei lavori, con un incremento straordinario dei prezzi, di carattere eccezionale e imprevedibile”. Ora l’uomo si è rivolto all’Adico. “Il nostro assistito – spiega il presidente dell’Associazione, Carlo Garofolini – doveva ristrutturare la sua casa. Ora non potrà più farlo visto che per le unità singole vige la norma che il 30% dei lavori deve essere effettuato entro giugno. Il nostro socio ora si ritrova al punto di partenza, dato che è stato lasciato per così dire a piedi dalla ditta incaricata dell’intervento ancora lo scorso giugno. Noi capiamo le problematiche evidenziate dall’azienda però sottolineiamo anche che tutto ciò fa parte del rischio d’impresa”. Tramite l’associazione, il docente, oltre a intimare la restituzione della caparra, si riserva la possibilità di richiedere anche un risarcimento dato l’ingente danno economico che ha subito.

CRONACA. Ospedale dell’Angelo, inaugurato il nuovo bar polivalente

All’interno dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre è stato inaugurato il nuovo bar che offre servizi sia ai visitatori esterni e sia ai dipendenti dell’intero complesso. Il bar è stato completamente ristrutturato  con un progetto partito circa sei mesi fa che ha rivoluzionato l’intero arredamento: il locale presenta due monitor dove è possibile leggere il menù, un’acustica efficace e al suo interno è possibile consumare sia seduti sia in piedi, usufruendo di tavoli d’appoggio. Massima attenzione riguardo alla sostenibilità anche nel servizio, con tutti i materiali presenti che sono realizzati in fibra di carta o compostabile, incluso nel take-away.

CRONACA. Giorno del Ricordo:  stamattina al teatro Momo lo spettacolo “Raccontar di Ofelia”

Una mattinata diversa e, è proprio il caso di dire, da non dimenticare per i ragazzi del Liceo “Stefanini” di Mestre che, al teatro “Momo”, hanno assistito allo spettacolo di Luisa Antonini “Raccontar di Ofelia”, nell’ambito delle iniziative per il “Giorno del Ricordo”, promosse dal Comune di Venezia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, per far conoscere il dramma delle foibe e dell’esodo della popolazione italiana dall’Istria e dalla Dalmazia dopo la fine dell’ultimo conflitto. Lo spettacolo, tratto dal libro della stessa Antonini, “Storia di canti, di terra e di amore”, racconta, in modo suggestivo, le vicende della piccola Ofelia e della sua famiglia, costretti, come tante migliaia di italiani, a lasciare drammaticamente la propria terra natia per trovare rifugio in Italia.

SPORT. Il CMP Venice Night Trail è sold out

Da ieri pomeriggio il 6^ CMP Venice Night Trail è un evento sold out, per esaurimento dei 5.000 pettorali messi a disposizione dall’organizzazione. Chiuse quindi le iscrizioni alla sesta edizione del city trail notturno in programma a Venezia nella serata di sabato 9 aprile e organizzato da Venicemarathon. Il fascino di correre di notte in una città unica al mondo, avvolti nel silenzio e accompagnati dalla dolce melodia dell’acqua, è stato ancora una volta un elemento di fortissimo richiamo per runners e appassionati di tutto il mondo. Confermato lo spettacolare percorso che, come sempre, si addentrerà nelle zone più tipiche della città storica, attraverserà campi e campielli di suggestiva bellezza, spingendosi fino a Sant’Elena e alla Biennale, per poi ritornare attraversando Piazza San Marco, il ponte dell’Accademia e Punta della Dogana. Da qui gli atleti risaliranno le Fondamenta delle Zattere fino all’area portuale, lungo il Canale della Giudecca. Saranno come sempre 16 i chilometri da percorrere e 51 i ponti da affrontare, con partenza e arrivo nell’area marittima del Porto di Venezia.


Condividi sui social