redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Maltempo, nel veneziano 516 chiamate ai Vigili del Fuoco – TG Plus NEWS Venezia

170Views
Condividi sui social

CRONACA. Maltempo, nel veneziano 516 chiamate ai Vigili del Fuoco

Proseguono gli interventi dei vigili del fuoco in tutta la regione, per le forti precipitazioni che hanno interessato il Veneto dalla giornata di mercoledì. Non si hanno notizia di persone rimaste ferite. Gli interventi dei vigili del fuoco riguardano prevalentemente prosciugamenti di piani interrati e piani terra. Dati riguardanti le diverse province dal giorno 15 maggio alle 11:00 di oggi. Le sale operative del 115 dei vigili del fuoco hanno ricevuto , solo nel veneziano, 516 chiamate di soccorso ricevute, 220 interventi eseguiti con squadre sul posto, 61 interventi in corso di svolgimento e valutazione, 235 interventi non più necessari.

CRONACA. Maltempo, Presidente della Regione: “Chiederò l’accesso al fondo di solidarietà nazionale”

“Dal momento che già ieri ho siglato lo Stato di emergenza, invito i cittadini che sono stati colpiti dagli eventi a recuperare foto e materiali per attestare i danni. La raccolta documentale sarà indispensabile al fine della richiesta di risarcimento. Ho sentito il direttore nazionale del dipartimento di Protezione Civile Fabrizio Curcio al quale chiederò l’accesso al fondo di solidarietà nazionale per gli eventi di Protezione Civile”. Così il Presidente della Regione del Veneto che questa mattina insieme all’Assessore regionale alla Protezione Civile e a tutti i tecnici della regione ha incontrato la stampa per informare sulla situazione in Veneto.

CRONACA. Maltempo, Adico mette a disposizione uno sportelo dedicato

Proprio in considerazione dei danni da maltempo e dei tanti problemi che emergono in situazioni simili (vedi grandinata di luglio 2023), Adico mette a disposizione il proprio ufficio legale con uno sportello appositamente dedicato al tema. La necessità di offrire assistenza è legata soprattutto alle clausole di alcune polizze che, in un modo o nell’altro, possono negare l’indennizzo. Emblematici, proprio a luglio rimborso 2023, i casi di alcuni automobilisti che si sono visti negare il rimborso perché l’assicurazione non lo riconosceva nel momento in cui fosse stata dichiarato lo stato di emergenza dal governo, com’è poi successo. Secondo quanto segnalato da alcuni soci e come scritto dai giornali locali, in tutta la provincia i danni sono ingenti e in molti casi difficilmente risarcibili.

CRONACA. Deve scontare oltre 5 anni per furti e rapine: portato in carcere

Il 10 maggio i Carabinieri della Compagnia di Chioggia hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia – Ufficio Esecuzioni Penali nei confronti di un 23enne, già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa. il giovane dovrà scontare un cumulo di pena detentiva di 5 anni, 4 mesi e 15 giorni , oltre al pagamento della pena pecuniaria di  1.350 euro, poiché riconosciuto colpevole di reati contro il patrimonio, tra cui rapine e furti, commessi tra ottobre e novembre del 2020 tra le Province di Padova e Rovigo. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato portato nella Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia.


Condividi sui social