redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Morte Giordano Sanginiti, Veneto Strade rattoppa la buca incriminata – TG Plus NEWS Venezia

437Views
Condividi sui social

CRONACA. Morte Giordano Sanginiti, Veneto Strade rattoppa la buca incriminata

Sabato 25 febbraio, i genitori di Giordano Sanginiti, percorrendo per l’ennesima volta la Regionale 308, dove il 4 febbraio ha perso la vita il giovane di Mirano , si sono accorti che la buca a causa della quale il ventunenne è caduto dalla sua moto Guzzi, finendo fatalmente contro il guardrail, è stata “rattoppata” con dell’asfalto a freddo. Da un lato i familiari del ragazzo sono sollevati al pensiero che quella specifica insidia, quanto meno, non provocherà altri incidenti, ma dall’altro si sentono traditi. Il Pubblico Ministero della Procura di Padova, Andrea Girlando, ha aperto un procedimento penale sul tragico sinistro iscrivendo nel registro degli indagati due funzionari di Veneto Strade.  Ulteriori dettagli della vicenda nel nostro sito notizieplus.it.

CRONACA. San Donà, esce di strada con l’automobile: muore 19 enne

Incidente stradale mortale ieri verso le due, in via Fossà a San Donà di Piave. Un giovane di 19 anni, Gabriel Andreetta, per cause in corso di accertamento è uscito di strada con la sua Peugeot 208 che è finita in un canale, ribaltandosi. Nonostante l’intervento dei soccorritori del SUEM 118, per il giovane non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche i Vigli del Fuoco e i Carabinieri.  Grande cordoglio in paese per la scomparsa del giovane. E ieri, la società ASD MusileMille, sulla sua pagina Facebook, ha dato questo annuncio:  “Con Immenso Dolore la Società comunica che oggi pomeriggio la partita MUSILEMILLE Vs TREPORTI non verrà disputata a causa della prematura scomparsa di un Nostro Giocatore Andreetta Gabriel … la società è vicina alla Famiglia e al fratello Riccardo in questo tragico momento. Ciao Gabriel”.

CRONACA. Finiscono con la barca in secca per il forte vento, salvati dai Vigili del Fuoco

Domenica pomeriggio, tre persone che si trovavano a bordo di un’imbarcazione finita in secca nel canale dei petroli, in località Cassa Colmata a Venezia, sono state tratte in salvo dall’elicottero Drago 148, dei vigili del fuoco di Venezia. La barca ingovernabile per il forte vento è stata sospinta in secca, dove i tre sono rimasti bloccati. Gli elisoccorritori sono stati verricellati sull’imbarcazione recuperando uno la volta le tre persone. I tre malcapitati sono stati trasportati fino al terminal Fusina, dove sono stati presi in consegna dai vigili del fuoco di terra, intervenuti con un’autopompa lagunare e con il personale del nucleo sommozzatori.

CRONACA. San Donà, abbattuti 20 alberi estremamente pericolosi

Sono cominciati stamane a San Donà i lavori di abbattimento di venti alberi che, a seguito delle verifiche di stabilità eseguite nello scorso mese di dicembre, sono stati inseriti nella classe di propensione al cedimento D, ovvero ‘estrema’. Ciò significa che gli abbattimenti sono obbligatori in quanto la valutazione statica ha evidenziato “la presenza di anomalie strutturali con elevata probabilità di schianto e il conseguente pericolo per la pubblica incolumità”. Gli alberi interessati dai lavori di abbattimento sono localizzati nelle seguenti vie e Aree verdi: Parco Fluviale, Parco san Marco, Parco delle Rose, Parco Europa, Parco di via Tarvisio, nell’Area verde di via Revine, lungo il percorso ciclo-pedonale ex canale irriguo Piave, in via Michelangelo e via del Caravaggio.

 


Condividi sui social