redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Morto rugbista 18enne, sito del Comitato Veneto FIR listato a lutto – TG Plus NEWS Venezia

573Views
Condividi sui social

CRONACA. Morto rugbista 18enne, sito del Comitato Veneto FIR listato a lutto

Un giovane rugbista,  Filippo Dalla Venezia, trequarti del Mogliano under 19, è stato trovato esanime a casa. Il ragazzo viveva a Maerne con la famiglia. Profondamente scosso il mondo del rugby, tanto che il sito del Comitato Regionale è listato a lutto ed è stato pubblicato un messaggio :“A nome di tutta la struttura, il Presidente Sandro Trevisan ed il Consiglio del Comitato Regionale intendono esprimere il più profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Filippo Dalla Venezia, giovane atleta del Mogliano Veneto Rugby. Alla famiglia, al Club, giungano i pensieri di vicinanza di tutto il rugby veneto in questo momento di incommensurabile dolore”. Cordoglio anche da parte dell’Istituto Scolastico Luzzatti-Gramsci, che il 18enne frequentava. “A nome di tutto l’Istituto, la Dirigente Scolastica prof.ssa Carla Massarenti, esprime alla famiglia Dalla Venezia, il più sincero cordoglio per la perdita improvvisa di Filippo. Con affetto e commozione, un forte abbraccio”.

CRONACA. Maltempo: l’impegno della Protezione civile comunale per rimuovere rami e alberi caduti

Ingente l’impegno da parte dei volontari della Protezione Civile della Sezione di Venezia Terraferma in tutto il territorio del Comune di Venezia a supporto dei Vigili del Fuoco e del personale che si occupa della manutenzione del verde pubblico a causa dei numerosi rami, sterpaglie e alberi che son caduti su strade, marciapiedi e aree verdi in seguito al fortunale che si è abbattuto all’ora di pranzo di ieri nell’area comunale. Sono stati circa 40 gli interventi a fronte di una sessantina di richieste nei quali sono state impegnate 7 squadre di volontari operative (3 nel litorale e 4 in terraferma) per un numero complessivo di 30 persone uscite a supporto nei vari interventi. Per la maggior parte dei casi si è trattato di piccoli interventi per rimuovere rami e sterpaglie da sedi stradali e vie interne e nei giardini pubblici.

CRONACA. Insulti razzisti a medico di Lignano, Zaia chiamato in causa risponde: “Episodio vergognoso”

“Ho appreso di quanto raccontato da questo medico e da come descrive la vicenda si tratta di un episodio vergognoso. Non conosco i fatti: ho semplicemente letto il post che ha pubblicato su Instragram, denunciando l’accaduto. Va necessariamente fatta chiarezza assoluta su questo episodio, sul quale mi auguro ci sia modo di andare a fondo. Se un cittadino va in giro facendo il nome del Presidente della sua regione non significa che sia legittimato a parlare in nome e per conto del Presidente della sua regione. Soprattutto con simili affermazioni. Io ripudio nel modo più totale ogni forma di razzismo e di violenza sia verbale che fisica”. Questo le parole con cui il Presidente della Regione commenta l’episodio di violenza verbale a sfondo razziale denunciato dal dottor Andi Nganso, medico del Punto di Primo intervento di Lignano Sabbiadoro. Il professionista ha raccontato, infatti, di aver subito, lo scorso 17 agosto, un’aggressione verbale con pesanti insulti razziali da parte di un cittadino veneto che avrebbe chiamato in causa il Presidente della Regione Veneto. “Considero il razzismo un’onta sociale. A questo medico va tutta la mia solidarietà e spero anche che venga fatta chiarezza fino in fondo su questa vicenda”, conclude il Governatore.

CRONACA. Emergenza COVID-19, 571 nuovi casi nel veneziano

Emergenza COVID-19. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, venerdì 19 agosto (dato riferito alle 8), evidenzia 3.008 nuovi casi di contagio in Veneto,  di cui 571 nella provincia di Venezia. Il numero degli attualmente positivi si trova a quota 53.741, dei quali 6.330 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza pandemia sono stati registrati 2.167.015 casi di contagio nel territorio regionale, nel veneziano 364.691. Circa la situazione dei ricoveri: sono attualmente 533 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, 25 sono quelli ricoverati nelle terapie intensive.


Condividi sui social