redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Nasconde droga, minaccia la compagna e fugge: rintracciato ed arrestato – TG Plus NEWS Venezia

972Views
Condividi sui social

CRONACA. Nasconde droga, minaccia la compagna e fugge: rintracciato ed arrestato

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre hanno individuato e tratto in arresto un cittadino tunisino classe 1984, che dovrà scontare la misura cautelare in carcere per i reati di possesso ai fini di spaccio di stupefacente, minacce gravi e maltrattamenti contro familiari. I  Carabinieri hanno accertato che lo straniero tenesse le fila di una sviluppata rete di spaccio tra Spinea e Mestre. Non solo lo spacciatore aveva nascosto l’Eroina in una zona campestre, trovata dai Militari dell’Arma suddivisa in quattro panetti termo sigillati da 250 grammi, ma aveva anche minacciato di morte l’attuale compagna italiana, affinché non rilevasse la sua attività criminale a nessuno, maltrattandola. L’uomo, pregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale, aveva fatto perdere le sue tracce da diverse settimane ma le indagini e informazioni raccolte dai militari del Nucleo Operativo hanno consentito di stanarlo a Mira, assicurandolo alla giustizia, non prima che lo stesso si macchiasse anche dei reati di Resistenza e Violenza a Pubblico Ufficiale e Lesioni personali dolose aggravate. Durante le concitate fasi di arresto lo straniero ha infatti opposto resistenza attiva, procurando anche lievi lesioni a due Carabinieri.

CRONACA. Ennesimo arresto per uno spacciatore con base in via della Pila a Marghera

Una scia di precedenti per spaccio lunga oltre 24 anni. È stato arrestato nella serata di ieri, mercoledì 22 settembre, dagli agenti della Polizia locale di Venezia un pusher di 53 anni dopo una operazione condotta in uno stabile abbandonato in via della Pila, a Marghera, nei pressi della sede dell’Inail. L’uomo è stato trovato con circa 80 grammi di eroina già confezionata per lo spaccio, per un totale di 270 dosi. Il pusher è stato tenuto in stato di fermo nella camera di sicurezza del Comando della Polizia locale, al Tronchetto. Per lui si tratta del dodicesimo arresto dal 1997 a oggi. I dettagli dell’operazione nel nostro sito notizieplus.it.

CRONACA. Rubano con la tecnica della “gomma forata”, incastrati dalle videocamere di sorveglianza

Marito e moglie residenti nel veneziano, sono stati denunciati nei giorni scorsi dalla Polizia Locale di San Donà di Piave; avevano sottratto ad un cittadino cinese cinquecento euro in contanti e due carte di credito custoditi in un borsello appoggiato sul sedile passeggero con la tecnica della cosiddetta “gomma forata”. Il raggiro con questo sistema viene posto in essere forando lo pneumatico dell’automobile della vittima, individuata per aver eseguito importanti acquisti presso qualche attività commerciale o per la disponibilità di denaro contante presente all’interno della propria borsa. Malauguratamente per i malfattori, tutta l’operazione è avvenuta nel raggio d’azione di una telecamera della videosorveglianza comunale di San Donà di Piave, consentendo agli agenti di individuare il modello dell’auto usata dai ladri e di identificarne la targa. Ulteriori dettagli nel nostro sito notizieplus.it.

CRONACA. Chioggia, imbarcazione storica affondata: intervengono i Vigili del Fuoco

Questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti in canale Vena (campo Marconi) a Chioggia per mettere in sicurezza un’imbarcazione storica ormeggiata e affondata. I pompieri intervenuti anche con i sommozzatori di Vicenza, hanno provveduto a legare l’albero maestro del “bragozzo” con un vincolo al molo in modo da essere recuperato nei prossimi giorni in sicurezza da una ditta privata. Le operazioni dei vigili del fuoco del locale distaccamento e dei sommozzatori sono terminate dopo circa tre ore di lavoro.


Condividi sui social