redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Omicidio Boraso, arrestato il secondo assassino – TG Plus NEWS Venezia

1.13KViews
Condividi sui social

CRONACA. Omicidio Boraso, secondo arrestato

Su disposizione del Gip della Procura di Pordenone, Rodolfo Piccin, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Venezia e della Compagnia di Portogruaro, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 21 enne di origini marocchine, Mohammed Rabih, ritenuto responsabile, in concorso con altra persona, di aver ucciso Marcella Boraso, 59 anni. L’omicidio risale allo scorso luglio. Il fatto era stato scoperto dai vigili del fuoco, intervenuti nell’abitazione della donna in via Croce Rossa, a Portogruaro, per spegnere quello che all’apparenza sembrava un incendio. Poche ore dopo l’assassinio, i carabinieri avevano fermato il marocchino Wail Boulaied. Adesso l’ulteriore svolta, con l’emissione della seconda ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 21 enne marocchino, che i carabinieri ritengono fosse presente sulla scena del delitto insieme a Boulaied. I due avrebbero trascorso la serata insieme alla Boraso. Poi, a un certo punto, pare sotto l’effetto di sostanze, avrebbero ucciso la donna, perché quest’ultima aveva scoperto che uno dei due aveva tentato di rubare all’interno della camera da letto. Decisivi per l’ulteriore sviluppo delle indagini sono stati gli accertamenti del Ris di Parma, ma anche il recupero (a settembre, in un canale) di un sacchetto contenente il martello e i guanti usati dai correi nel tentativo di ripulire la scena del crimine, oltre al ritrovamento nell’abitazione di Rabih della collana rapinata alla vittima. Importanti anche le ammissioni fatte dal Boulaied a seguito degli accertamenti svolti dagli inquirenti.

CRONACA. Via del Mare, gara più vicina

È stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana la delibera con cui il CIPE, Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, ha approvato a giugno scorso lo “schema di convenzione” del project financing della “Via del Mare”, che collega l’autostrada A4 a Jesolo e ai litorali. “Questa pubblicazione, avvenuta a seguito del via libera al provvedimento da parte della Corte dei Conti – spiega la vicepresidente e assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti – consente finalmente la conclusione della lunga e travagliata procedura di gara per la realizzazione di un’opera strategica, attraverso la cui realizzazione sarà reso notevolmente più agevole l’accesso a Jesolo e alle altre località balneari vicine, dando così finalmente la risposta tanto attesa ai problemi di viabilità che da anni i cittadini e gli operatori turistici della costa denunciano”.  “Non si può che essere felici dell’ulteriore e decisivo passo verso la conclusione dell’iter di aggiudicazione di quest’opera – commenta l’assessore regionale al bilancio, Francesco Calzavara –. Il tempo intercorso è servito per approfondire ulteriormente il progetto soprattutto nella sua estensione verso Cavallino, predisponendo una serie di soluzioni che diano una risposta vera al carico automobilistico dei weekend estivi”. La “Via del Mare” sarà una superstrada lunga circa 20 km e collegherà il casello autostradale di Meolo sulla A4 e Jesolo. Il costo previsto dell’opera, che consentirà di decongestionare una percorso stradale fortemente trafficato soprattutto nel periodo estivo, è di oltre 200 milioni di euro e sarà interamente coperto da risorse private.

CRONACA. Via libera alla ciclabile Favaro-Tessera

Semaforo verde all’unanimità, da parte del Consiglio comunale, per la delibera riguardante la realizzazione del collegamento ciclopedonale tra Favaro e Tessera. L’assemblea, oltre ad approvare il progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento, ha dato il via libera all’adozione della Variante Urbanistica n. 60, che consentirà di avviare le procedure espropriative di aree private su cui dovrà sorgere la pista, il cui costo è di 1.800.000 euro, finanziato dal “Patto per lo Sviluppo della Città di Venezia”, sottoscritto nel 2016 col Governo. Resta ora un ultimo passaggio importante per poter dare il via all’intervento: l’approvazione, da parte dello stesso Consiglio comunale, del progetto definitivo ed esecutivo. L’intervento prevede la realizzazione di un percorso che collegherà la pista ciclabile di via Vallenari, a Favaro, a quella esistente a Tessera, lungo la via Triestina, davanti alla scuola: in totale 2,2 nuovi chilometri di percorso.

ECONOMIA. BusForFun, accordo con FNM

BusForFun.com., startup innovativa con sede a Marghera e leader nazionale nel mondo degli eventi e del
commuting, chiude il suo aumento di capitale, tramite sottoscrizione integrale da parte di FNM S.p.A., finalizzato ad accelerare lo sviluppo nel mercato italiano ed in quello  internazionale. Il progetto industriale definito punta alla leadership tecnologica nel settore  della mobilità condivisa e sostenibile, con lo sviluppo di soluzioni innovative capaci di  rispondere alle nuove esigenze di mobilità, sia alle persone (B2C) che alle aziende (B2B).  BusForFun ha fronteggiato l’emergenza Covid lanciando nuovi servizi di navette prenotabili  online per aziende, scuole e altri enti diventando il riferimento sui trasporti casa – lavoro
e casa-scuola.


Condividi sui social