redazione@tgplus.it
TG+

Pandemia, lettera di Mario Conte e De Checchi – TG Plus NEWS

1.05KViews
Condividi sui social

Notizie 26 marzo – ed. mattina

 

Attualità. Pandemia, lettera di Conte e De Checchi

Una lettera aperta indirizzata a imprenditori, liberi professionisti, artigiani. Ed un appello: “Mandateci le vostre istanze”. Mario Conte ed Andrea De Checchi, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Treviso, hanno idealmente preso carta e penna e hanno scritto alle categorie economiche locali. “Fatichiamo a vedere la luce in fondo al tunnel – si legge nella missiva – ma vi chiediamo di tenere duro. Avete reso grande il nostro territorio e gli attestati di stima devono tradursi in aiuti concreti”.

Economia. Il Governo promette altri 25 miliardi

Una seconda misura per incrementare il sostegno al credito, con un raddoppio dell’importo già stanziato: è questa la novità introdotta ieri nell’intervento parlamentare del premier Giuseppe Conte. “Il coronavirus rappresenta una prova durissima – ha detto il Presidente del Consiglio – Ci confrontiamo con nuove abitudini di vita. La storia ci dirà se saremo stati all’altezza”.

Attualità. Mogliano, sospese le tasse ai commercianti

L’appello lanciato alcuni giorni fa dall’Ascom di Treviso ha già trovato un ascoltatore interessato: il Comune di Mogliano Veneto infatti ha deciso varie misure a favore del commercio tra cui il differimento della Tosap al 31 luglio e dell’imposta di pubblicità al 30 giugno. Spostato ad ottobre anche il versamento della tassa di soggiorno mentre la scadenza Tari di aprile è prorogata a giugno.

Economia. Ascotrade caldeggia l’autolettura

Un metodo per evitare stime non in linea con i consumi. E’ l’autolettura, un sistema adottato ormai da tanti anni dai vari operatori delle forniture domestiche ma caldeggiato in questi giorni da Ascotrade che invita i clienti a comunicare in maniera autonoma i dati dei contatori del gas. Il motivo? Un inverno eccezionalmente caldo e dunque un possibile calcolo errato dei consumi, non correggibile a breve a causa delle difficoltà, causa pandemia in corso, ad effettuare un controllo dei contatori.


Condividi sui social