redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Pos obbligatorio da oggi, Confcommercio “Bene, ma le commissioni pesano”

540Views
Condividi sui social

ECONOMIA. Pos obbligatorio da oggi, Confcommercio “Bene, ma le commissioni pesano”

Da oggi obbligatorio disporre di POS e accettare pagamenti elettronici. Ne ha parlato Dania Sartorato di ConfcommerciO. “Il piccolo commercio è pronto da tempo ai pagamenti elettronici, ed è veramente marginale la fascia di chi ha inserito solo di recente il POS, certo è che in questa transizione digitale le commissioni difficilmente vengono ridotte. Troppo facile bollare la categoria come “bottegai” contrari alla diffusione dei pagamenti elettronici. A fine anno il conto delle commissioni pesa sui bilanci delle piccole imprese”. Da oggi 30 giugno, scatta l’obbligo dell’utilizzo dei Pos, e con esso anche le sanzioni (30 euro più il 4% dell’ammontare della transazione per chi non dovesse accettare il pagamento).

ECONOMIA. Saldi al via il 2 luglio, Federmoda snocciola dati e previsioni

Scatta l’ora X per i saldi estivi 2022. Nella prima vera estate post pandemia si apre con il rituale di sempre, messaggi e promozioni, pre saldi, capi sognati e ora scontati. Dal 20% al 50% a seconda per concludersi con gli extra sconti a fine agosto. Quest’anno i saldi coincidono con l’entrata in vigore (dal 30.06, oggi) dell’obbligo della dotazione di Pos da parte dei tutti gli esercenti e l’obbligo di accettazione anche per i micropagamenti. Secondo il presidente di Federmoda Treviso Guido Pomini– “il 2022 non si è aperto nel modo migliore, i primi 3 mesi dell’anno hanno registrato cali considerevoli per i consumi di questo settore rispetto al 2021 (gennaio -9% febbraio -16,30% marzo -4,5%) complice nuovi fattori di insicurezza nello scenario nazionale e globale per poi invertire la tendenza nei mesi di aprile e maggio rispettivamente +3,5% e +5,7%” “Il segnale sembra essere incoraggiante ed il mese di giugno appare come in tendenza con i due mesi precedenti.

CRONACA. Emergenza idrica, Parco del Sile incontra Consorzio Bonifica Piave

Ha avuto luogo ieri, mercoledì 29 giugno, l’incontro tra Arturo Pizzolon, presidente del Parco del Sile, e Paolo Battagion, direttore del Consorzio di Bonifica Piave, allo scopo di esaminare le possibili soluzioni per l’emergenza idrica in atto. Le derivazioni dal fiume Piave che il Consorzio gestisce contribuiscono, infatti, alle portate del fiume Sile sia superficialmente che attraverso la dispersione in falda. L’incontro operativo è servito per valutare le diverse ipotesi che consentono di migliorare il recapito delle portate restituite alla rete naturale, studiando anche le eventuali soluzioni che permettano di minimizzare gli impatti in occasione di analoghi fenomeni di carenza idrica. Dopo questo primo step, il prossimo passo sarà la formulazione, da parte dell’Ente Parco, di una specifica richiesta di collaborazione al Consorzio Piave per lo sviluppo delle soluzioni identificate.

SANITA’. Covid in Veneto, nuovo balzo avanti dei numeri

Nuovo balzo nel numero di contagi da Covid nel Veneto: nelle ultime 24 ore si registrano 8.557 casi (contro gli 8.441 di ieri), mentre sono 3 le vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale delle infezioni dall’inizio dell’epidemia sale a 1.859.377, quello dei decessi a 14.800. Prosegue l’aumento significativo degli attuali positivi, che ora sono 72.194 (+4.802). Quanto al numero delle ospedalizzazioni, i ricoverati in area medica sono 672 (+43), quelli in terapia intensiva salgono a 29 (+1).


Condividi sui social