redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Si getta dal cavalcavia a 26 anni: tragedia in stazione – TG Plus NEWS Treviso

1.21KViews
Condividi sui social

CRONACA. Si getta dal cavalcavia a 26 anni: tragedia in stazione

Scena da film drammatico, anzi tragico, ieri sera nei pressi della stazione di Treviso, dove un ragazzo non italiano si è tolto la vita gettandosi dal cavalcavia. Sul posto era presente la Polizia Locale che ha tentato in tutti i modi di farlo desistere ma non c’è stato nulla da fare. Il ragazzo, che aveva 26 anni, ha rovinato nella strada sottostante e per lui non c’è stato nulla da fare nonostante i tentativi immediati del personale 118 di rianimarlo. Ancora ignote le motivazioni dell’estremo gesto.

CRONACA. Assessore di Resana positivo al Covid-19

Massimiliano Bellinato, Assessore del Comune di Resana è positivo al Covid 19, con forti sintomi, e si trova dunque ricoverato d’urgenza all’ospedale di Conegliano. La notizia è stata pubblicata dallo stesso Bellinato con un lungo e quasi struggente post sulla sua pagina facebook, in cui ha l’Assessore ha raccontato di febbre altissima, mancanza di respiro e addirittura sensazione di fuoco nei polmoni.

SCUOLA. 70 classi in quarantena nella Marca trevigiana

Crescono i contagi, e la scuola ne inevitabilmente ne risente. Secondo il report dell’Ulss 2, in provincia di Treviso ci sono attualmente 219 classi con almeno un contagio da Covid-19. 70 di queste sono state poste in quarantena, 149 si trovano invece in una fase di automonitoraggio.

ATTUALITA’. 7,5 milioni di euro per l’acquisto di bus elettrici

Sette milioni e mezzo di euro per la mobilità sostenibile. La Giunta comunale di Treviso ha approvato la scheda tecnica per l’acquisto di bus elettrici con la suddetta cifra, già stanziata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile. L’Amministrazione Conte ha così previsto, in virtù di una precisa scelta strategica, l’acquisto di bus 100 % elettrici con lo scopo di dare seguito contenuti del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e del Piano del Trasporto Pubblico Urbano che prevedono la riorganizzazione delle linee bus, in particolare la sostituzione del servizio di trasporto pubblico effettuato nel centro storico, perlappunto con navette elettriche. Obiettivo ultimo, superfluo sottolinearlo, è la riduzione dell’inquinamento da polveri sottili PM10.

 


Condividi sui social