redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Spi Cgil: “In Veneto 665 mila persone a rischio povertà” – TG Plus NEWS Venezia

525Views
Condividi sui social

CRONACA. Spi Cgil: “In Veneto 665 mila persone a rischio povertà”

Nel Veneto (anno 2021), in base ai dati dell’Istat, le persone a rischio povertà sono più di 665 mila, il 13,7% del totale. Un balzo notevole rispetto al 2020, quando se ne registravano circa 500 mila (il 10,3%), e ancor più del 2019 (422 mila, l’8,7%). In pratica, nel 2021 sono a rischio povertà 243 mila persone in più del periodo pre-pandemia (+57%)Se consideriamo, poi, sia il rischio di povertà che quello di esclusione sociale, parliamo di quasi 820 mila e 500 individui nel 2021 (16,9% del totale) contro i 685 mila del 2020 (14,1%) e i circa 540 mila del 2019 (11,1%). Ma cosa fare per combattere povertà ed esclusione sociale? «La risposta -sottolinea Elena Di Gregorio, segretaria generale dello Spi Cgil del Veneto  – si trova nella qualità del lavoro, nell’estensione e nel rafforzamento degli ammortizzatori sociali, nei percorsi formativi di reinserimento nel sistema produttivo, nelle politiche attive”. Ulteriori approfondimenti nel nostro portale di informazione notizieplus.it. 

CRONACA. Portogruaro, incidente a camion autocisterna carico di gasolio

Sono terminate poco prima della mezzanotte, di martedì, le operazioni di travaso del camion autocisterna carico di gasolio che nel tardo pomeriggio di ieri ha rotto un asse del mezzo, mentre percorreva lo svincolo di Portogruaro in direzione Est. I pompieri arrivati dal locale distaccamento e da Mestre con il nucleo NBCR (Nucleare Biologico, Chimico, Radiologico), hanno messo in sicurezza il mezzo e predisposto il travaso in sicurezza del gasolio su un’altra autocisterna fatta arrivare sul posto.

CRONACA. Venerdì raccolta rifiuti a rischio

Fiadel (Federazione Italiana Autonoma dei Dipendenti degli Enti Locali) ha indetto per venerdì 21 ottobre un’assemblea del personale dei servizi di igiene urbana nel territorio di Veritas.  Di conseguenza, quel giorno l’Ecocentro di Mestre, in via Porto di Cavergnago, potrebbe chiudere dalle 9,30 alle 14,30. Inoltre, anche l’Ecomobile in servizio a Zelarino potrebbe chiudere in anticipo. Anche l’Ecocentro di Meolo, in via Marteggia n.1, potrebbe aprire in ritardo, così come l’Ecocentro di Marcon, in via Praello, e pure l’Ecocentro di Quarto d’Altino, in via Marconi. Inoltre, quel giorno alcuni servizi – come la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento stradale – potrebbero subire ritardi o non essere eseguiti. Veritas invita i cittadini e gli operatori economici a ritirare il contenitore dei rifiuti in caso di mancato svuotamento nel giorno dell’assemblea e a esporlo nel successivo giorno di raccolta previsto dal calendario.

CRONACA. Emergenza COVID-19, 1.054 nuovi casi nel veneziano

Emergenza COVID-19. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, mercoledì 19 ottobre, (dato riferito alle 8), evidenzia 5.709 nuovi casi di contagio in Veneto,  di cui 1.054 nella provincia di Venezia. Il numero degli attualmente positivi si trova a quota 62.991 dei quali 8.754 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza pandemia sono stati registrati 2.375.894 casi di contagio nel territorio regionale, nel veneziano 398.395. Circa la situazione dei ricoveri: sono attualmente 773 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, nelle aree non critiche, 43 sono invece quelli ricoverati nelle terapie intensive.

 


Condividi sui social