redazione@tgplus.it
TG+ Sapori

TG PLUS Food & Beverage – Acquacoltura nell’Alta Marca, così nasce la trota di Follina

1.22KViews
Condividi sui social

Acquacoltura nell’Alta Marca alimentata dalle chiare, fresche e pure acque del fiume Soligo, dove nasce la trota di Follina in vasche circondate da boscose rive, prati d’erba, piante aromatiche e fiori.  In via Alla Sega oltre sessanta anni fa Annibale Carniel avviò  il primo vivaio di pesce d’acqua dolce, sfruttando le copiose acque del Soligo, la cui sorgente si trova a  duecento metri dall’allevamento. Annibale Carniel fu  un vero pioniere di questa produzione ittica, oggi portata avanti, con passione e tecnologia all’avanguardia,  dalla figlia Rosanna e dal genero Ulisse Fornasier. Le loro iridee e le salmonate sono note per la qualità delle carni, dovuta all’alimentazione e alla giusta ossigenazione delle vasche. Una produzione che ha toccato anche i 2000 quintali annui, destinata a pochi selezionati clienti, tra cui il ristorante La Corte di Follina (una Stella Michelin).  Ce ne parla Ulisse Fornasier.


Condividi sui social