redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Truffa su Ecobonus e Bonus Facciate: sequestrati denaro e immobili – TG Plus NEWS Venezia

155Views
Condividi sui social

CRONACA. Truffa su Ecobonus e Bonus Facciate: sequestrati denaro e immobili

La Procura di Venezia ha disposto un provvedimento di sequestro preventivo d’urgenza nei confronti di 3 soggetti nei cui confronti sono emersi gravi indizi di colpevolezza per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato e auto-riciclaggio (rappresentanti legali delle 4 società coinvolte, di fatto inesistenti) finalizzato alla confisca per equivalente delle disponibilità finanziarie e di beni immobili (un edificio residenziale di tre piani e due terreni agricoli), sino a concorrenza di oltre 1,7 milioni di euro. La Guardia di Finanza di Loreo ha eseguito il sequestro. Le indagini avrebbero permesso di individuare un meccanismo di frode attraverso il quale i presunti autori della truffa avrebbero fruito illecitamente della cessione dei crediti fiscali in materia di  “Ecobonus” e “Bonus Facciate”.

CRONACA. In casa oltre 1 kg di hashish e 30 grammi di cocaina: un arresto e due denunce

Nella notte del 9 aprile i Carabinieri della Compagnia di Venezia hanno arrestato un 29enne di origini tunisine presunto autore del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari, dopo un’attenta attività di osservazione, hanno perquisito 2 abitazioni riconducili all’uomo, nel centro storico lagunare, all’interno delle quali hanno ritrovato circa 6.000 euro in banconote di differenti tagli, 1,2 kg di hashish, 30 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Inoltre, sono stati denunciati, per il concorso nella detenzione dello stupefacente, la moglie, una 33enne di origini russe ed il fratello 19 enne, entrambi conviventi dell’uomo arrestato. Quest’ultimo è stato portato in carcere su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CRONACA. Veritas cerca ragazzi e ragazze per il servizio serale estivo di pulizia

Veritas cerca giovani, di età compresa tra 18 e 24 anni, disponibili a mettere a disposizione qualche ora del proprio tempo per mantenere pulita Venezia. Si tratta di un lavoro regolarmente retribuito, secondo quando previsto dal Contratto nazionale di lavoro applicato ai netturbini, che durante l’estate occuperà solo per qualche giorno a settimana, dalle 17 alle 23, le ragazze e i ragazzi che accetteranno. I neoassunti, con la formula del contratto a intermittenza, integreranno il servizio dei circa 300 netturbini e piloti che ogni giorno tengono pulita una città delicata e particolare come Venezia. Le giovani e i giovani, infatti, si occuperanno del cambio dei sacchetti nei cestini portarifiuti da passeggio, della raccolta delle bottiglie abbandonate e dello spazzamento stradale.

CRONACA. Danni da maltempo a Venezia, chiusura di alcune zone alla viabilità pedonale

La Polizia locale ha emesso due ordinanze di chiusura della circolazione pedonale da oggi, mercoledì 17 aprile, fino alla fine dei lavori: nel tratto di Corte dei Santi (Dorsoduro) dal civico 314/B all’intersezione con calle del Monastero e del tratto di calle del Monastero dal civico 394/A al 279/A e nel tratto di Salizada San Canzian (Cannaregio) a partire dal civico 5904 (escluso) fino all’intersezione con Campiello Flaminio Corner e in quest’ultimo nel tratto dall’intersezione con Salizada San Canzian fino al civico 5900 (escluso) per una larghezza di 4 metri dall’immobile del civico 5900. L’intervento in Corte dei Santi si è reso necessario in seguito alla caduta di un albero a causa del forte vento. Sempre a causa del vento, in Salizada San Canzian, è avvenuto il distacco parziale di una scossalina relativa al canale di gronda del tetto di un immobile.


Condividi sui social