redazione@tgplus.it
TG+

Veneto Banca, ci fu associazione a delinquere? – TG Plus NEWS

734Views
Condividi sui social

Notizie 10 gennaio – ed. mattina

Cronaca. Veneto Banca, sei indagati per associazione a delinquere

L’ex amministratore delegato Vincenzo Consoli ed altri cinque manager sono indagati dalla Procura di Treviso per associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Secondo i magistrati inquirenti i sei erano perfettamente consci dello stato di critica difficoltà dell’istituto eppure avevano promosso una truffa ai danni di risparmiatori ed azionisti sovrastimando del 40% il valore reale di azioni ed obbligazioni.

Cronaca. Figlio mummificato, madre denunciata

Aveva destato scalpore lo scorso maggio il caso della donna di 73 anni che custodiva in casa il cadavere del figlio 50enne disabile, mummificato dalla decomposizione dopo il decesso avvenuto diverso tempo prima. Ora l’anziana dovrà affrontare un processo per occultamento di cadavere e truffa allo Stato: le indagini della Polizia hanno infatti rivelato che la donna si recava di persona alla Posta a ritirare la pensione di invalidità del figlio, omettendo di segnalarne la scomparsa.

Cronaca. Lite in istituto, 15enne in ospedale

Insulti, offese ed infine spinte, calci e pugni. Questa la degenerazione di un litigio avvenuto ieri pomeriggio al Cfp di Fonte, protagonisti alcuni studenti. Uno di questi, un 15enne di Quero Vas, è stato portato in ospedale dopo essere stato colpito al volto. Il suo aggressore, un altro studente, è stato fermato dai bidelli e dai docenti che prenderanno provvedimenti: sicura una sanzione, possibile l’espulsione.

Attualità. Orina sul portone e insulta la padrona di casa

Sconcertante episodio di degrado urbano a Castelfranco Veneto dove una donna del posto ha denunciato quanto avvenuto davanti alla sua abitazione: un ragazzo infatti ha deciso di orinare sul portone d’ingresso. La signora ha immortalato il cafone con una foto e questi, vistosi scoperto, ha subissato la donna di insulti. Esasperata da quanto avvenuto, la padrona di casa non ha potuto far altro che diffondere l’immagine sui social network chiedendo consigli su come affrontare la questione, sperando ovviamente che non si ripeta a breve.


Condividi sui social