redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Contrabbando e frode fiscale: eseguito sequestro per quasi 1 milione 500 mila euro – TG Plus NEWS Venezia

414Views
Condividi sui social

CRONACA. Contrabbando e frode fiscale: eseguito sequestro per quasi 1 milione 500 mila euro

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Venezia, su delega della Procura della Repubblica di Vicenza, ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo nei confronti di un imprenditore trevigiano, operante nel settore del commercio di orologi e gioielli, con la sottrazione all’Erario di IVA per quasi 1 milione 500 mila euro. Lo schema di frode prevedeva l’emissione da parte di una compiacente società olandese, in favore della società italiana, di fatture (false) per la cessione di orologi della stessa marca e modello di quelli oggetto di contrabbando. Tale fittizia documentazione aveva, quale unico scopo, quello di simulare la legittima provenienza dei preziosi e attestare i requisiti necessari per poter consentire alla società italiana di beneficiare indebitamente del regime speciale IVA previsto per il commercio di beni usati. Ulteriori dettagli nel nostro portale di informazioni notizieplus.it.

CRONACA. Paratoie del Mose sollevate anche oggi

Questa mattina, 23 novembre,  alle ore 5.30 sono state sollevate nuovamente le paratoie del Mose, allo scopo di proteggere la città di Venezia da un picco di marea che, alle 9.20, ha raggiunto 145 centimetri alla bocca di porto del Lido e 46 centimetri a Punta della Salute. La città, in questo modo, è rimasta all’asciutto. Dapprima sono state alzate le barriere di Lido e Malamocco, dopodiché quelle di Chioggia, allo scopo di permettere l’uscita in mare a circa quaranta imbarcazioni da pesca. In base a quanto previsto dal Centro maree del Comune di Venezia, per giovedì è previsto un nuovo picco di 135 centimetri attorno alle 9.40, mentre giovedì la punta massima dovrebbe raggiungere i 120 centimetri, verso le 10.40.

CRONACA. Celebrata la “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri

Nella serata del 21 novembre 2022 i Carabinieri della Compagnia di San Donà di Piave hanno celebrato la “Virgo Fidelis”, appellativo cattolico di Maria madre di Gesù, scelta l’11 novembre 1949 quale Patrona dell’Arma. È stato commemorato anche l’anniversario della “Battaglia di Culqualber”; per tale fatto d’armi alla bandiera dell’Arma fu tributata la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare. Entrambe sono ricorrenze di alto valore morale per l’Istituzione; la commemorazione dell’episodio bellico e la ricorrenza religiosa rappresentano la perfetta sintesi di un ideale binomio: fedeltà alla Patria e fedeltà alla Divinità, accostamento ben rappresentato nell’immagine della Virgo Fidelis dove, nel libro aperto che tiene tra le mani, è riportata la frase “Sii fedele sino alla morte”. Inoltre, è stata celebrata la “Giornata dell’Orfano”, ricordando che gli orfani sono assistiti dall’Opera Nazionale Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri.

CRONACA. Emergenza COVID-19, 914 nuovi casi nel veneziano

Emergenza COVID-19. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, mercoledì 23 novembre, (dato riferito alle 8), evidenzia 5.248 nuovi casi di contagio in Veneto,  di cui 914 nella provincia di Venezia. Il numero degli attualmente positivi si trova a quota 60.761 dei quali 7.972 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza pandemia sono stati registrati 2.515.119 casi di contagio nel territorio regionale, nel veneziano 423.914. Circa la situazione dei ricoveri: sono attualmente 828 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, nelle aree non critiche, 34 sono invece quelli ricoverati nelle terapie intensive.

 


Condividi sui social