redazione@tgplus.it
TG+ EconomiaTG+ Economia - PadovaTG+ Economia - TrevisoTG+ Economia - Tutte le provinceTG+ Economia - Venezia

INQUINA DI PIù UNA STUFA A PELLET O UNA STUFA A LEGNA?-TG Plus ECONOMIA

323Views
Condividi sui social

Cosa inquina di più tra una stufa a pellet e un camino? Che differenza c’è tra una stufa a pellet e una a legna?

Le stufe a legna consumano una quantità significativa di materia prima, ma di contro non necessitano di elettricità per produrre calore. Inoltre, i dispositivi più recenti di fatto sono in grado di ridurre notevolmente le emissioni inquinanti.

La risposta alla domanda iniziale, però, non è scontata: dipende da diversi fattori. Una stufa a pellet, ad esempio, è molto efficiente, riduce al minimo le emissioni e il pellet in sé ha un contenuto di BTU (unità di misura dell’energia) fino a 5 volte superiore rispetto al legno. Inoltre, queste tipologie di stufe emettono particolato in una misura 50 volte inferiore rispetto ai vecchi camini, e fino a 5 volte inferiori rispetto ai modelli più recenti.

Di contro, la stufa a pellet non funziona senza energia elettrica, il quantitativo di materiale utilizzato mediamente in un anno da un singolo cittadino è di 2-3 tonnellate e il processo meccanico per assumere la forma a cilindro provoca una discreta emissione di anidride carbonica nell’atmosfera.

I camini, invece, si alimentano con il legno, che può essere reperito in modo più responsabile rispetto al pellet (talvolta anche a km 0). Inoltre, non necessitano di energia elettrica per funzionare. Tuttavia, è bene ricordare che molto spesso la fornitura del legno non è sostenibile (alla deforestazione non necessariamente corrisponde anche la riforestazione), che i camini producono maggiori emissioni e che per riscaldare un’abitazione media servono circa 15 alberi all’anno.

Ne parliamo con Silvio Florian, Socio della Ronchiato Legna.

Resta sempre aggiornato: TG Plus ECONOMIA


Condividi sui social