redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Maltempo, danni soprattutto in Riviera del Brenta – TG Plus NEWS Venezia

426Views
Condividi sui social

CRONACA. Maltempo, danni soprattutto in Riviera del Brenta

Proseguono gli interventi dei vigili del fuoco per la nuova ondata di maltempo che dal tardo pomeriggio di ieri ha interessato gran parte del Veneto. Centinaia le richieste di soccorso arrivate alle sale operative del 115, oltre 500. Molte chiamate risolte in modo autonomo. Già eseguiti 190 soccorsi ne rimangono in attesa al momento un centinaio. Solo nel veneziano, già eseguiti 80 interventi, particolarmente colpita la riviera del Brenta. Tra i comuni con maggior richieste di soccorso: Dolo, Stra, Pianiga, Camponogara, Campolongo, Fiesso d’Artico Fosso’ e Chioggia. Interventi dei vigili del fuoco per danni d’acqua e grandine, dissesti statici, rimozione di elementi pericolosi, taglio di rami e alberi, danni a impianti fotovoltaici.

CRONACA. Laguna del Mort, azioni di sorveglianza per mantenere il decoro

Jesolo ed Eraclea insieme per la tutela della Laguna del Mort. I sindaci dei due Comuni, Christofer De Zotti e Nadia Zanchin, con i rispettivi presidenti del Consiglio comunale, Lucas Pavanetto ed Elena Bottacin, hanno incontrato i privati aventi titolo. La volontà di tutti è quella di rendere sempre più fruibile la Laguna del Mort e tutelarne il decoro, prevenendo e contrastando così eventuali violazioni sia per comportamenti non decorosi sia per l’abbandono di rifiuti, ma anche relativamente alle costruzioni abusive. Verranno messe in campo attività di presidio e sorveglianza dell’area direttamente da parte dei privati, attraverso la collaborazione con i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Il presidio e la sorveglianza partiranno già nel corso della prossima settimana e tutte le azioni proseguiranno nel corso dell’intera stagione estiva, fino al termine del mese di settembre.

ECONOMIA. CGIA Mestre e As.tro presentano i risultati sul settore del gioco lecito

Un settore in lenta ripresa dopo la crisi pandemica, ma ancora alle prese con il calo dei posti di lavoro, più di 3 mila persi tra il 2021 e il 2022. È il quadro che emerge dal “Percorso di Studio sul settore dei giochi in Italia” condotto dalla CGIA Mestre, presentato oggi a Roma in collaborazione con l’associazione As.tro. L’indagine, focalizzata in particolare sugli apparecchi da gioco evidenza una contrazione di 2.328 unità tra gli addetti al settore a fine 2022 (da 47.336 a 45.008), il 5% in meno rispetto al 2021, con 1.314 aziende che fuoriescono dalla filiera del gioco lecito nel giro di un anno (da 54.429 a 53.115). Un dato che risente ancora del biennio 2020-2021, definito “drammatico” dalla CGIA. Il settore dei giochi, infatti, “è stato quello che ha subito il più lungo periodo di sospensione dell’attività a causa dell’emergenza sanitaria”.

CRONACA. Carpenedo-Bissuola, procedono in lavori alla Vasca di accumulo per le acque meteoriche

Proseguono i lavori alla Vasca di accumulo per le acque meteoriche di Carpenedo e Bissuola, importante intervento per la salvaguardia idraulica e ambientale del territorio che ha lo scopo minimizzare il rischio idraulico e ridurre il carico di inquinante recapitato alla laguna.  Il progetto della Vasca di Carpedendo-Bissuola prevede un investimento di ben 20,4 milioni di euro. ll nodo idraulico di via Bissagola, presentando direttrici e punti di conferimento diversi per le varie linee, nonché evidentemente punti di smaltimento diversi a seconda che si tratti di acque di tempo asciutto o di acque di pioggia, è stato costruito in modo tale da soddisfare le diverse funzionalità in tutte le situazioni.


Condividi sui social