redazione@tgplus.it
TG+

Primo espulso per il decreto Salvini – Tg Plus

972Views
Condividi sui social

Notizie 9 novembre – Tg Plus edizione mattina

Cronaca. Primo espulso per il decreto Salvini

Ieri il decreto Salvini ha fatto il suo esordio. A farne le spese è stato il 21enne nigeriano che custodiva 250 grammi di marijuana nella caserma Serena. Il ragazzo è stato inviato al Centro Permanente Rimpatri di Brindisi dov’è ora in attesa di ritornare in Nigeria. Zaia ha commentato: “Tocchiamo con mano i primi effetti della legalità affermata dal decreto Salvini.”

Viabilità. Bypass pronto per sabato?

A quasi dieci giorni dalla sua distruzione a causa delle alluvioni, il ponte temporaneo sul Piave presto tornerà ad essere operativo. Ieri mattina Anas ha iniziato le asfaltature sulle rampe di accesso al bypass e secondo l’azienda il tratto sarà percorribile in due o tre giorni, tempo permettendo. La riapertura è attesa per la giornata di lunedì o addirittura per sabato. Entusiasta il commento del sindaco di Susegana: “Rendo merito ad Anas di aver lavorato parecchio in questi giorni. La presenza “ossessionante” dei sindaci è stata, alla fine, molto importante.”

Cronaca. Scuola elementare perde pezzi

Scoppia la polemica a Vittorio Veneto per le condizioni della scuola primaria Nazario Sauro. “C’è la porta con maniglioni anti panico della sala mensa rotta e quella della palestra che è molto dura” ha segnalato il presidente di Circoscrizione Mauro Bassetto – “A ciò si aggiunge il parquet rovinato per le infiltrazioni d’acqua nello stanzone usato come palestra.” La scuola, inaugurata solo 9 anni fa, non è nuova a questi problemi. L’impianto di riscaldamento e raffreddamento non ha mai funzionato correttamente e con i primi caldi alcuni bambini erano svenuti.

Attualità. Disagi per i pendolari

Ieri mattina un treno ha subito un guasto nella stazione ferroviaria di Mogliano, obbligando la stazione a chiudere un binario. Da quel momento in poi la circolazione dei treni è divenuta a senso alternato, con enormi disagi per i pendolari della linea Venezia – Udine. Gli effetti sono arrivati anche a Treviso e Preganziol con tre regionali cancellati, dieci treni regionali e due frecce che hanno subito ritardi da dieci minuti a un’ora.


Condividi sui social