redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Tamponi nell’ex Dogana, caos e code – TG Plus NEWS Treviso

1.34KViews
Condividi sui social

SANITA’. Tamponi nell’ex Dogana, caos e code

Più di tre ore di attesa per genitori e bambini, in coda, in auto, oggi per fare il tampone in modalità drive-in all’ex Dogana di Treviso.Il nuovo polo tamponi aperto da oggi che mirava a snellire il traffico e le attese all’ospedale Cà Foncello, non è partito bene. Diversi i disagi per il numero di persone che questa mattina si sono diretto in viale della Serenissima. Alle otto del mattino la coda arrivava fin quasi a ridosso della tangenziale, tanto che qualcuno ha rinunciato o è stato mandato indietro. Mamme e papà in auto con i loro figli anche piccolissimi, per i quali era anche stata istituita una corsia preferenziale ma con scarsi risultati, mandati in Dogana da pediatri e medici di base per effettuare il tampone.

ATTUALITA’. Da Roma a Treviso per le famiglie

ll Nunzio Apostolico in Italia Monsignor Emil Paul Tscherrig ha accolto in Nunziatura Apostolica a Roma una Delegazione del Centro della Famiglia di Treviso. Erano presenti il Presidente don Francesco Pesce e il Direttore Adriano Bordignon. Lo scopo dell’incontro: conoscere i progetti e le azioni promosse con le famiglie e per le famiglie dalla Fondazione diocesana di Treviso e verificare la possibilità di nuove iniziative pastorali e sociali sul territorio. Il racconto della giornata su Notizieplus.it

ATTUALITA’. Scomparso Marcato di Filca, il cordoglio di Treviso

Grande il cordoglio della Cisl Belluno Treviso e della Filca Belluno Treviso e regionale del Veneto per la scomparsa, martedì pomeriggio, di Alessandro Marcato, componente della Segreteria della Filca territoriale. Marcato si è spento nella sua casa di Noventa di Piave dopo una lunga malattia. Nato 59 anni fa a Noventa, in provincia di Venezia, Alessandro era uno dei sindacalisti più conosciuti e stimati della federazione di categoria dell’edilizia e del legno.

ATTUALITA’. Parcheggi in lockdown, Comune rimborsa abbonati

La Giunta Comunale ha approvato una misura per rispondere a tutti gli abbonati che, durante e dopo il lockdown, avevano chiesto il rimborso dell’abbonamento della sosta a fronte del provvedimento di gratuità degli stessi deciso dall’Amministrazione fra il 18 marzo e il 31 maggio per facilitare gli accessi alle attività e agli uffici aperti. Gli abbonati (1356 nel mese di marzo, 611 in aprile e 367 a maggio) verranno ristorati tramite un’estensione della validità per periodo di abbonamento nei mesi di gratuità rispetto alla tipologia acquistata.


Condividi sui social