redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Truffa sui Bonus Facciate, la GdF sequestra quasi 9 milioni di euro – TG Plus NEWS Venezia

234Views
Condividi sui social

CRONACA. Truffa sui Bonus Facciate, la GdF sequestra quasi 9 milioni di euro

La GdF di Venezia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo d’urgenza, per quasi 9 milioni di euro, nei confronti di alcuni soggetti indagati per aver ottenuto illeciti profitti mediante la creazione, la cessione e l’indebita compensazione di crediti fiscali ritenuti inesistenti. Infatti, nel corso delle indagini i finanzieri del Comando Provinciale di Venezia hanno effettuato riscontri diretti, reperito documentazione, anche di natura bancaria, e raccolto numerose querele presentate da singoli condòmini, che avrebbero permesso di acquisire elementi a sostegno dell’ipotesi investigativa secondo la quale le agevolazioni, previste da bonus facciate, riconosciute alla società sarebbero state ottenute attraverso documenti che attestavano l’esecuzione di lavori nei fatti mai realizzati e, in alcuni casi, avviati ma non completati.

CRONACA. Chioggia, i Carabinieri sequestrano 700 chili di vongole non tracciate

Il 6 maggio  i Carabinieri della Compagnia di Chioggia hanno controllato un barchino e un veicolo furgonato rinvenendo e sequestrando oltre 20 ceste contenenti “vongole veraci” prive di documenti di tracciabilità e sottomisura, poiché di taglia inferiore ai 25 mm di diametro (dimensione minima prevista dalla normativa vigente in materia di pesca). Il responsabile della violazione è stato contravvenzionato con una sanzione
amministrativa pecuniaria di € 25.000. Il prodotto ittico, del peso complessivo di circa 700 kg e del valore commerciale pari a circa € 4.600, è stato reimmesso nelle acque lagunari per il ripristino del ciclo vitale.

CRONACA. Caorle, un incendio distrugge il casone Galan

Un grave incendio è divampato nella giornata di ieri, intorno alle 15:40 a Caorle nel Casone Galan,  in cui sono intervenuti i Vigili del Fuoco del posto con il supporto dell’elicottero 153 che ha effettuato una quindicina di lanci oltre a portare sul posto il personale e materiale per la bonifica. Sul posto anche i pompieri di Portogruaro con due mezzi e di Udine e volontari di Caorle. Ingenti i danni, colonna di fumo visibile anche dal Lido di Venezia.

CRONACA. Coldiretti, continua la raccolta firme “Stop cibo falso”

Continua la raccolta firme di Coldiretti, si tratta dell’iniziativa popolare “Stop cibo falso” per chiedere l’origine in etichetta per tutti i prodotti in #UE. Si firma in tutti gli uffici della Coldiretti, al mercato agricolo coperto di Mestre, in via Palamidese 3/5 aperto il martedì e sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e negli agriturismi di Terranostra Campagna Amica. “Da oltre vent’anni ci battiamo per la trasparenza e la tracciabilità dei prodotti agroalimentari – spiega Tiziana Favaretto presidente di Coldiretti Venezia – per garantire ai consumatori cibo genuino e autentico, ma soprattutto per consentire che il consumatore faccia una scelta consapevole”.


Condividi sui social