redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

CGIA Mestre: “L’inflazione? Una tassa patrimoniale sui conti correnti” – TG Plus NEWS Venezia

554Views
Condividi sui social

ECONOMIA. CGIA Mestre: “L’inflazione? Una tassa patrimoniale sui conti correnti”

L’inflazione è una tassa della peggior specie, perché colpisce soprattutto chi ha meno. In talune condizioni gli effetti che sprigiona sono ancor più preoccupanti; in particolar modo, quando si “abbatte” come una patrimoniale sui conti correnti. In un momento di difficoltà come questo, le famiglie pensano di avere il proprio “gruzzoletto” al sicuro; in realtà è un illusione monetaria, poiché una parte dei risparmi è destinata a “evaporare”. Di quanto ? A fare i conti ci ha pensato l’Ufficio studi della CGIA di Mestre. In termini puramente teorici, infatti, in questo ultimo anno l’aumento dell’inflazione è costato agli italiani oltre 92 miliardi di euro. Come è giunto a questo risultato? Tenendo conto che in questi ultimi 12 mesi il tasso di interesse applicato dagli istituti di credito sui depositi bancari si è aggirato attorno allo zero e l’inflazione, invece, è cresciuta dell’8 per cento,  a risparmi invariati, che al 31 dicembre scorso ammontavano complessivamente a 1.152 miliardi, il caro vita ha eroso questi ultimi di 92,1 miliardi di euro.

CRONACA. Emergenza COVID-19, 1.606 nuovi casi nel veneziano

Emergenza COVID-19. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, sabato 9 luglio (dato riferito alle 8), evidenzia 9.214 nuovi casi di contagio in Veneto,  di cui 1.606 nella provincia di Venezia. Il numero degli attualmente positivi ha toccato quota 97.151, dei quali 15.695 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza pandemia sono stati registrati 1.935.448 casi di contagio nel territorio regionale, nel veneziano 324.055. Circa la situazione dei ricoveri: sono attualmente 658 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, 27 sono quelli ricoverati nelle terapie intensive.

SANITA’. L’Ulss 3 Sulle prestazioni sanitarie

In merito alla situazione sanitaria attuale e alle prestazioni erogate, l’Ulss 3 dice:  “Da una decina di giorni si registrano più di mille positivi ogni giorno e il personale dell’Azienda sanitaria è costretto a riaprire punti tampone, a concentrarsi nel tracciamento, a programmare il rilancio della campagna vaccinale – spiega l’Azienda sanitaria -. Nel frattempo nella sola Ulss 3 sono più di 200 i sanitari a casa perché positivi. La carenza di personale è un dato assodato da anni, e gravemente acuito dalla nuova ondata della pandemia, cosa che talora si tende a dimenticare, quando invece impegna enormemente operatori sanitari, costringendo tutti a riorganizzare le attività in modo da garantire comunque percorsi sicuri. L’Azienda sanitaria continua a fare ogni sforzo per garantire ai cittadini le prestazioni ambulatoriali e specialistiche, anche non urgenti. È questo l’obiettivo, da realizzare però tenendo conto della nuova emergenza in corso che si somma a difficoltà strutturali di carenza di personale, non risolvibili in breve tempo”.

CULTURA. Inaugurata l’esposizione celebrativa dei primi 90 anni della Mostra del Cinema

E’ stata inaugurata ieri venerdì 8 luglio a Venezia la mostra La prima Esposizione Internazionale d’Arte Cinematografica dall’Archivio della Biennale di Venezia, per celebrare i 90 anni della Mostra.
La mostra a Ca’ Giustinian illustra e documenta quella prima edizione che si svolse dal 6 al 21 agosto 1932, sulla terrazza dell’Hotel Excelsior al Lido di Venezia, con il nome di Esposizione Internazionale d’Arte Cinematografica, prima di assumere nel 1934 il nome di Mostra. Sono esposti – dai materiali conservati dal 1932 all’Archivio Storico – i manifesti e le locandine originali dei programmi, le foto di scena dei film presentati, le foto d’attualità nel contesto del Lido dell’epoca, i documenti e la corrispondenza che testimoniano la nascita e l’organizzazione della Mostra, i comunicati e la rassegna stampa.


Condividi sui social