redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Furti a Mogliano, arrestato ieri sera in pieno centro

761Views
Condividi sui social

CRONACA. Furti a Mogliano, arrestato ieri sera in pieno centro

Ieri sera, sabato 9 luglio, in piazza Saragat a Mogliano i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Treviso, un 36enne cittadino marocchino, domiciliato in quel comune, nullafacente, gravato da pregiudizi di polizia. Deve espiare 8 mesi e 18 giorni di reclusione per dei furti in abitazione commessi nei giorni 7 e 8 settembre 2017, a Mogliano Veneto. All’atto dell’arresto il soggetto si trovava in compagnia ed a bordo dell’autovettura di un cittadino albanese di 27 anni, anch’egli gravato da pregiudizi di polizia, il quale è stato denunciato per favoreggiamento personale. L’arrestato è stato anche trovato nella disponibilità di un coltello e di arnesi da scasso che gli sono stati sequestrati. Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Santa Bona.

CRONACA. Marmolada, 11 vittime accertate. Zaia “Finita nel peggior modo”

“Purtroppo è finita nel peggiore dei modi. Non c’è più nessuna speranza. Con le analisi dei Ris, gli 11 dispersi iniziali della tragedia sulla Marmolada sono diventate 11 vittime ufficiali. Siamo vicini ai familiari delle persone che hanno vissuto una delle più brutte pagine di storia delle nostre montagne, un episodio che si fa fatica ancora ad accettare e a comprendere. Otto di queste vittime sono venete, la nostra Regione paga un tributo pesantissimo. Ringrazio i soccorritori, le forze dell’ordine, i volontari e il personale sanitario che subito dopo il tremendo boato di domenica scorsa hanno dato tutto. Ricordo che abbiamo anche 8 feriti, tre dei quali sono stati ospitati negli ospedali veneti. E ringrazio tutti gli operatori che nel corso di tutta questa settimana hanno in qualche caso addirittura rischiato la loro stessa vita durante le ricerche, nella speranza di trarre in salvo eventuali superstiti”. Questo il commento del Presidente della Regione Luca Zaia nell’apprendere la notizia del bilancio definitivo delle vittime travolte dalla valanga di ghiaccio e rocce sulla Marmolada.

CULTURA. Arriva “Il vecchio e la bambina”, docu-film sull’Alta Marca che verrà presentato a Venezia

Due eventi esclusivi, a Pieve di Soligo e Pieve del Grappa, presenteranno in anteprima il docufilm “Il vecchio e la bambina” diretto da Sebastiano Rizzo con Totò Onnis, Maria Grazia Cucinotta e Giada Fortini che racconta il viaggio attraverso paesaggi magici e inesplorati del Veneto visitati dallo scrittore premio Nobel Ernest Hemingway. Prima di essere proiettato nelle prestigiose sale della prossima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il film verrà proiettato il 12 luglio al Teatro Careni di Piave di Soligo e il 13 luglio alla Sala De marchi degli Istituti Filippin a Pieve del Grappa. Due appuntamenti per poter vedere in anteprima un film che traccia con mano sicura un territorio dove nella sceneggiatura si racconta la bellezza stilnovista che si intreccia con quella naturalistica, dal Medioevo all’Umanesimo, dove l‘architettura e il paesaggio diventano poesia e l’arte e la letteratura sono sempre capaci di stupire e insegnare qualcosa di nuovo.

SPORT. Granfondo Pinarello, clamoroso successo a 100 dalla nascita di Nane

A nemmeno due mesi dalla tappa del Giro d’Italia, Treviso è tornata protagonista quest’oggi nel mondo della bici con la Granfondo Pinarello che quest’anno festeggia il traguardo dei 25 anni. Un compleanno importante, che cade in concomitanza con un altro traguardo: esattamente 100 anni prima, il 10 luglio 1922, nasceva Nani Pinarello. Un evento celebrato con un fine settimana di appuntamenti rivolti a tutta la città, non solo a quella su due ruote. La figura di Nane è stata omaggiata ieri sera grazie ad un ricordo sul palco allestito in Borgo Mazzini, con un talk-show “il ciclismo si racconta”, una chiacchierata con gli amici della Pinarello presenti poi anche questa mattina dopo al via, tra gli aneddoti del passato e i commenti sul ciclismo odierno.


Condividi sui social