redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Coronavirus, l’Ulss 3 fa il punto della situazione ad oggi – TG Plus NEWS Venezia

834Views
Condividi sui social

SANITA’. Coronavirus, l’Ulss 3 fa il punto della situazione ad oggi

Emergenza Coronavirus. Il Direttore dell’Ulss 3, Giuseppe Dal Ben, ha incontrato, in web conference la stampa per fare il punto della situazione sull’andamento della pandemia nel territorio di competenza. Innanzitutto, guardando i dati, dal 21 febbraio 2020 ad oggi sono stati registrati in tutto 14.982 casi di positività al virus. gli attualmente positivi, invece, sono 7.540. Di questi, gli attualmente ricoverati sono 362, dei quali 41 in terapia intensiva. Si sono verificati ad oggi, purtroppo, 503 decessi, mentre i guariti sono 6.938. Ad oggi nel territorio dell’Ulss 3 sono stati eseguiti 403.654 tamponi, tra rapidi e molecolari, dei quali il 4,9 per cento ha rilevato casi di positività. Sono stati affrontati molti altri aspetti dell’emergenza sanitaria, che approfondiremo nel nostro portale notizieplus.it e nei prossimi tg.

CRONACA. Irregolarità nel trasporto delle merci, sanzioni per oltre 100 mila euro

Decine di violazioni per vari tipi di abusivismo o di irregolarità nei trasporti internazionali di merci sono state contestate dalla Guardia di Finanza di Venezia, durante un’intensificazione dei controlli volti a contrastare la concorrenza sleale nei confronti degli autotrasportatori italiani e comunitari. Le sanzioni immediatamente riscosse dai militari della Compagnia di Chioggia e della Compagnia Pronto Impiego di Venezia ammontano a oltre 100.000 euro. Effettati oltre 30 fermi amministrativi e sospensioni della carta di circolazione di mezzi commerciali. Scoperti 4 lavoratori in nero e 1 irregolare. I controlli stradali sono stati eseguiti soprattutto lungo la Strada Statale Romea, particolarmente interessata da passaggi di mezzi commerciali, che la utilizzano per abbreviare il percorso verso sud e risparmiare tariffe autostradali. Le violazioni riscontate hanno interessato soprattutto trasporti internazionali provenienti da Romania, Ucraina, Ungheria, Bulgaria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia.

CRONACA.  Riviera del Brenta, la Finanza sequestra 200 borse da viaggio non sicure

Nel corso di controlli eseguiti presso due negozi gestiti da cittadini di origine straniera, a Mira e Campagna Lupia, i finanzieri della Compagnia di Mirano hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro amministrativo oltre 200 prodotti (principalmente borse da viaggio e trolley) per un valore commerciale di circa 4.500 euro. La merce, per la gran parte posta in vendita confezionata in anonimi involucri di plastica, è risultata priva di etichettatura o comunque non riportava le informazioni minime previste dalla legge a tutela della sicurezza dei consumatori. I responsabili delle attività commerciali sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Venezia Rovigo per l’irrogazione delle sanzioni pecuniarie, nonché per l’applicazione della sanzione accessoria della confisca dei prodotti sequestrati, che vanno considerati non sicuri per i consumatori.

ATTUALITA’. Venezia, il Consiglio comunale approva l’ampliamento del Museo Ebraico

Il Consiglio comunale di Venezia ha approvato all’unanimità tre delibere in materia di Urbanistica. La prima è relativa alla variante al Piano degli interventi n. 50 per l’individuazione di una zona “Attrezzature di interesse comune” di progetto da destinare alla realizzazione delle strutture a supporto delle attività della Parrocchia Natività di Maria di Dese”. L’assemblea di Ca’ Farsetti ha dato mandato alla Direzione Sviluppo del territorio di attuare tutte le procedure per la prosecuzione dell’iter amministrativo del provvedimento. Con la seconda delibera il Consiglio ha approvato la Variante al Piano degli Interventi n. 68 relativa alla riqualificazione e all’ampliamento del Museo Ebraico. Anche il terzo provvedimento in materia di urbanistica, riguardante la Variante n.64 al Piano degli Interventi per la realizzazione di un’unità residenziale in Fondamenta Sebastiano Santi a Murano, è stato approvato dal Consiglio dopo la presa d’atto di non pervenute osservazioni.


Condividi sui social