redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

I funerali di Giulia Cecchettin saranno celebrati a Padova, in Prato della Valle – TG Plus NEWS Venezia

331Views
Condividi sui social

CRONACA. I funerali di Giulia Cecchettin saranno celebrati a Padova, in Prato della Valle

Saranno celebrati a Padova, in Prato della Valle, i funerali di Giulia Cecchettin. In base a quanto riporta la stampa locale, la scelta è stata voluta dal padre della giovane, in quanto consapevole delle tantissime persone che vorranno assistere alle esequie. La data sarà resa ufficiale solamente dopo il primo dicembre, giorno in cui sarà eseguita l’autopsia sul corpo della ragazza.

CRONACA. Filippo Turetta arriverà sabato direttamente a Venezia

Filippo Turetta,  il giovane accusato dell’omicidio volontario e sequestro di persona di Giulia Cecchettin, arriverà in Italia sabato 25 novembre, direttamente a Venezia, con un aereo militare. Il velivolo partirà alle 8 da Roma per giungere alle 10 a Francoforte, per prelevare il giovane. Da lì poi l’aereo partirà con destinazione, come detto, Venezia.

CRONACA. Condanna alla violenza di genere: il messaggio dei presidenti dei Consigli comunali

Un’unica voce unisce i presidenti dei Consigli comunali delle principali città italiane: un messaggio congiunto che – come è stato fatto oggi a Venezia in apertura della seduta del Consiglio comunale – sarà letto durante le sedute, per chiedere ai parlamentari di contrastare i fenomeni di femminicidio e con il quale si dichiara piena condanna a qualsiasi atto di violenza. Alla lettura del messaggio da parte della presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, è seguito un minuto di silenzio e un lungo applauso per Giulia Cecchettin e per tutte  le donne vittime di femminicidio. I dettagli nel nostro sito Notizieplus.it.

CRONACA. Parte la seconda edizione di “Promemoria_Auschwitz”

Parte la seconda edizione di “Promemoria_Auschwitz” che quest’anno vede coinvolti tutti i 10 Comuni della Riviera del Brenta in collaborazione con l’associazione “Deina”, che prevede un percorso formativo articolato in più mesi con culmine nella visita ad Auschwitz e Cracovia il prossimo Febbraio. Non si tratta della tradizionale gita scolastica, perché l’adesione dei ragazzi (dai 18 ai 25 anni) avverrà in modo individuale e non per classi. Il percorso prevede 4 laboratori fortemente interattivi alla presenza di Sociologi, Storici, Filosofi e formatori.


Condividi sui social