redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

La Festa del Redentore si farà, ma senza spettacolo pirotecnico – TG Plus NEWS

1.2KViews
Condividi sui social

TG Plus NEWS Venezia – ed. sera 9 luglio

Attualità. La Festa del Redentore si farà, ma senza spettacolo pirotecnico

“Mi assumo la responsabilità della decisione, è una scelta di coscienza prima di tutto”. Con queste parole il sindaco Luigi Brugnaro ha confermato la Festa del Redentore 2020, ma rinunciando al tradizionale spettacolo pirotecnico. L’annuncio è stato fatto questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Ca’ Farsetti. La Festa si aprirà venerdì 17 luglio, alla sera, con l’inaugurazione del Ponte Votivo, a cui prenderà parte, oltre a Brugnaro anche il Patriarca di Venezia, Francesco Moraglia insieme alle principali autorità cittadine. Il ponte resterà poi aperto al pubblico fino alla mezzanotte di domenica 19 luglio. Confermate le celebrazioni religiose, l’accensione delle tradizionali luminarie lungo fondamenta delle Zattere e alla Giudecca, il programma dei festeggiamenti si aprirà sabato 18 luglio quando il Canal Grande si trasformerà in un grande palcoscenico solcato in più momenti da quattro “freschi notturni” che diffonderanno diverse musiche lungo le rive, in un percorso che partirà dalla stazione ferroviaria, toccando Punta della Dogana, fino alla Giudecca. In serata ancora musica, con concerti in alcuni plateatici in varie zone della città, grazie alla collaborazione degli esercenti. Il pomeriggio di domenica 19 luglio sono confermate le regate di voga alla veneta nel tratto antistante la Giudecca. Ulteriori approfondimenti potrete trovarli nel nostro sito notizieplus.it

Cronaca. Marghera, la Polizia Locale arresta due spacciatori

Due arresti ed il sequestro di varie dosi di eroina e cocaina pronte per la vendita: questo il bilancio della nuova operazione antidroga condotta ieri pomeriggio, a Marghera, dal Nucleo Operativo, dal Nucleo Cinofilo e dal Nucleo Pronto Impiego del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia locale. Verso le 18, in piazzale Giovannacci, alcuni agenti, in abito borghese, sono entrati in azione dopo aver osservato una compravendita tra un cinquantaquattrenne di Chioggia e un pusher. L’uomo è stato bloccato poco dopo, a bordo della sua auto, con una dose di eroina: per lui è scattata una sanzione di 450 euro, più il ritiro della patente per 30 giorni, oltre a un “Daspo” dalla zona di Marghera per 48 ore. Lo spacciatore, un cittadino nigeriano di 21 anni, è stato invece inseguito e arrestato: recuperate anche alcune dosi di cocaina che egli aveva gettato all’interno di un giardino privato. Quasi in contemporanea, poco lontano, è finito in manette, sempre con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, un altro giovane nigeriano, di 25 anni, sorpreso dagli agenti con addosso 6 involucri di cocaina e 2 di eroina. Questa mattina i due spacciatori nigeriani, dopo una notte in cella, sono comparsi davanti al giudice: il venticinquenne è stato condannato a 10 mesi di carcere più 800 euro di multa, il ventunenne a 9 mesi e a 900 euro di multa. Entrambi sono risultati privi di precedenti specifici e nella condizione di richiedenti protezione internazionale. Sempre ieri pomeriggio, ancora nella zona di piazzale Giovannacci, è finito nei guai anche un quarantottenne di Conegliano: fermato per un controllo da parte dell’unità cinofila, è stato sorpreso in possesso di quattro dosi di eroina, appena ricevute da un pusher nigeriano. Per lui sono scattati una sanzione di 450 euro e un “Daspo” urbano da Marghera di 48 ore.

Cronaca. Jesolo, serve alcool a minorenni: locale chiuso per 10 giorni

L’intensificazione dei controlli avviati dalla Polizia locale e dalle Forze dell’Ordine negli ultimi weekend nella zona di piazza Mazzini e in altre parti del territorio porta i primi risultati. L’amministrazione, con il parere favorevole della Prefettura, ha infatti emesso un provvedimento di chiusura per un periodo di 10 giorni, dalle ore 00.00 di venerdì 10 luglio e fino alle 24.00 di domenica 19 luglio per un’attività di via Vicenza. Il pubblico esercizio era stato oggetto di controlli da parte della Polizia locale l’ultimo fine settimana e sanzionato per aver somministrato alcol a minori, mancato rispetto delle misure di distanziamento sociale e prevenzione degli assembramenti. Ulteriori violazioni, questa volta di carattere igienico-sanitarie, riscontrate dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanità (NAS) di Treviso dell’Arma dei Carabinieri nei giorni precedenti sono state trasmesse al Comune per ulteriori valutazione.

Sport. A Caorle la prima regata offshore della stagione

La prima regata offshore italiana in periodo Covid sarà La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita lungo la rotta Caorle-Grado-Sansego e ritorno dal 10 al 12 luglio 2020. Domani, venerdì 10 luglio, alle ore 13.00 schierati sulla linea di partenza perpendicolare alla scenografica Chiesa della Madonna dell’Angelo di Caorle ci saranno una trentina di equipaggi, quasi equamente suddivisi tra le categorie X2 e XTutti, che malgrado lo spostamento di data non hanno voluto mancare all’appuntamento con le emozioni della vela d’altura. Grazie anche alla collaborazione della Federazione Italiana Vela e di Uvai, che sta emettendo i certificati di stazza a tempo di record, la ventiseiesima edizione della regata internazionale La Duecento, con equipaggi provenienti da Italia, Austria, Germania, Slovenia, Croazia e Repubblica Ceca, si correrà. Grande attenzione verrà posta alla normativa e alle prescrizioni vigenti, con l’obiettivo di garantire la sicurezza di equipaggi e personale tecnico.


Condividi sui social