redazione@tgplus.it
TG+ FocusTG+ Focus - Treviso

La pandemia e le nuove esigenze dell’immobiliare – TG Plus FOCUS

773Views
Condividi sui social

Tra le varie attività economiche ripartite con la Fase 2 dell’emergenza coronavirus vi sono anche le agenzie immobiliari. Il comparto, già messo a dura prova dalle precedenti crisi finanziarie, ha subito una battuta d’arresto e si avvia ad una faticosa ripartenza. “Il mercato è destinato a cambiare – conferma Lucio D’Ambrosi di ImpREsa ImmobiliareLo possiamo verificare dall’aumento di manifestazioni d’interesse per abitazioni dotate di spazi verdi, una scelta frutto del lockdown domestico. E’ indubbio che la clientela si orienterà verso soluzioni che prevedano una alta qualità per quanto riguarda igiene e salubrità dell’aria”.

Iscriviti ora a TG+

Nel frattempo ImpREsa ha avviato un servizio differente: approfittando delle chiusure obbligate ha introdotto i tour virtuali nelle case, consentendo al cliente di visionare un’abitazione da remoto, senza entrarvi fisicamente. “Credo sia una buona soluzione anche in ottica futura. Il risparmio di tempo è evidente, si può esplorare un appartamento o una casa senza muoversi dal proprio domicilio, in tutta sicurezza ed anche risparmiando tempo. Si evitano al contempo anche incomprensioni oppure imbarazzi, ad esempio nel caso in cui il cliente dovesse accorgersi di aver stimato erroneamente la realtà della casa con le proprie aspettative”.

I dubbi maggiori però restano sulle cosiddette seconde case: il settore è davvero a rischio? “Chi può dirlo. Sicuramente questa crisi influirà in tal senso, anche per quanto riguarda disponibilità e volontà d’acquisto. Credo che la platea della clientela verrà ulteriormente distinta, la forbice della distanza di potere d’acquisto si allargherà ancora: chi oggi ha disponibilità finanziarie potrebbe comunque investire vantaggiosamente su una casa per le vacanze”.


Condividi sui social