redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

San Dona’, sgomberati insediamenti abusivi nell’area dell’ex cantina sociale – TG Plus NEWS Venezia

944Views
Condividi sui social

CRONACA. San Dona’, sgomberati insediamenti abusivi nell’area dell’ex cantina sociale

Continua l’attività di contrasto agli insediamenti abusivi da parte del Comune di San Dona’ di Piave.
Nel corso della mattinata di ieri gli operai comunali con una cornice di sicurezza fornita dalla Polizia locale hanno provveduto ad abbattere una serie di tettoie ai confini con gli immobili dell’ex cantina sociale.
Sotto le stesse si erano insediati tre cittadini nigeriani noti alle Forze dell’Ordine già denunciati nel corso del blitz di ferragosto, allorquando con un provvedimento lampo il Sindaco di San Donà di Piave decise l’abbattimento dei due grandi fabbricati dell’ex azienda “Azir” in Via Ereditari occupati abusivamente.
«Ringrazio per la segnalazione la rete del Controllo del Vicinato, che prontamente ha portato la Polizia Locale ad intervenire. Rimane sempre alta l’attenzione della nostra Polizia Locale nei confronti degli sbandati che tentano, senza successo, di creare bivacchi in aree isolate della città» dichiara l’assessore Walter Codognotto.

CRONACA.  Contrasto prostituzione: la Polizia locale sanziona quattro clienti, un denunciato per atti osceni in luogo pubblico

Quattro sanzioni e una denuncia per atti osceni in luogo pubblico. E’ il bilancio di un’operazione della Polizia locale finalizzata al controllo e alla prevenzione di situazioni di degrado sul territorio comunale. Tra il tardo pomeriggio e la serata di ieri, gli agenti del Nucleo Operativo sono intervenuti in via Fratelli Bandiera, a Marghera, per contrastare il fenomeno della prostituzione. Nonostante la situazione di emergenza epidemiologica in atto e la severa normativa di contenimento del virus, le radiomobili della Polizia Locale hanno constatato comunque la presenza di clientela a ridosso dell’orario di “coprifuoco”.  La sanzione di 400 euro, come previsto dal nuovo regolamento di Polizia e Sicurezza urbana, è scattata per un 51enne italiano residente a Padova, un cittadino croato di 41 anni residente a Favaro Veneto, un 24enne di origine albanese residente a Marghera e un uomo di nazionalità romena, 53 anni, di Dolo. Dal Comando fanno sapere che la sanzione complessiva per avere fatto salire in auto una prostituta in zona interdetta, e l’eventuale mancato uso della mascherina, ammonta a circa mille euro. Sempre lungo via Fratelli Bandiera, intorno alle ore 19, la Polizia locale ha denunciato un trentenne di origine senegalese, regolarmente residente a Mestre, perché sorpreso a compiere atti osceni in luogo pubblico. L’individuo rischia una pena detentiva fino a quattro anni e sei mesi per aver commesso il reato sulla pubblica via e in una fascia oraria a rischio per l’eventuale presenza di minori.

SANITA’. Dagli Scout alla Rianimazione dell’Angelo: strumentazioni come dono

Tre monitor ad alta definizione, a cui si aggiungono altre strumentazioni minori, attivi nella sala comune dell’équipe del dottor Lazzari, sono stati donati dall’Agesci all’équipe della Rianimazione dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre, grazie a una raccolta fonda avviata dai ragazzi e dei loro capi nello scorso mese di aprile, nel bel mezzo della prima ondata dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Circa quattrocento “Esploratori e Guide” – così si chiamano i ragazzi dell’associazione di età compresa tra i 12 e i 15/16 anni – con il sostegno dei loro capi scout hanno deciso di devolvere i contributi inizialmente destinati per lo svolgimento del “San Giorgio”, il raduno in onore del loro Santo protettore che ogni primavera vede protagonisti i giovani scout, ai sanitari e quanti erano e sono impegnati in prima linea per curare i pazienti colpiti dall’avanzata dell’epidemia.

ATTUALITA’. Mirano, Sabato 21 consegna di 378 piantine dell’iniziativa “Ridiamo un sorriso alla Pianura Padana”

Sabato 21 novembre 2020, in concomitanza con la “Giornata Nazionale degli Alberi”, nell’area Bosco del Parauro a Mirano, in via Parauro 84, dalle ore 8.30 alle 12.30 verranno consegnate ai cittadini che ne hanno fatto richiesta le piantine messe a disposizione da Veneto Agricoltura, a seguito dell’adesione da parte del Comune di Mirano all’iniziativa regionale “Ridiamo un sorriso alla Pianura Padana”. La consegna delle essenze arboree verrà effettuata grazie alla collaborazione dei volontari del Circolo di Legambiente del Miranese e dell’Istituto “8 Marzo – K. Lorenz”, i quali assicureranno il pieno rispetto delle norme per la prevenzione della diffusione del Covid 19. Per questo motivo, nei giorni scorsi, sono state inviate dall’Amministrazione comunale delle lettere ai diretti interessati riportanti l’orario di ritiro per la giornata di sabato 21. Sono 378 le piantine che saranno distribuite ai miranesi che le avevano ordinate all’inizio dello scorso ottobre.


Condividi sui social