redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Scoperta falsa cieca, frode per oltre 100mila euro – TG Plus NEWS Venezia

562Views
Condividi sui social

CRONACA. Scoperta falsa cieca, frode per oltre 100mila euro

La Guardia di Finanza di Venezia ha individuato e denunciato alla Procura della Repubblica di Venezia una donna di Marcon che avrebbe simulato, sin dall’anno 2014, la completa mancanza della vista, percependo erogazioni assistenziali da parte dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale per oltre 100mila euro. Le molteplici attività di pedinamento effettuate dai finanzieri hanno tuttavia permesso di verificare come l’indagata, nonostante i documenti sanitari attestassero la grave patologia, pareva in grado di compiere, in totale autonomia, gesti ed azioni di vita quotidiana non compatibili con la grave patologia riconosciutale, quali l’accesso a esercizi commerciali e la selezione accurata dei prodotti, dopo averne attentamente letto prezzi ed etichette.

CRONACA. Mestre, due giovani accoltellati in posti diversi

Ieri pomeriggio, 26 ottobre, verso le 18, si sono verificate due richieste di aiuto da parte di altrettanti giovani per delle coltellate ricevute poco prima.  Due ragazzi, uno ferito l’altro sorreggendolo,  sono entrati in una farmacia di via Piave , mentre un altro è entrato nel Servizio di prevenzione dell’Ulss 3 Serenissima in piazzale Giustiniani. I giovani, entrambi  provenienti dall’Africa, sono stati soccorsi e portati in codice rosso all’Ospedale dell’Angelo di Mestre, ma non sarebbero in pericolo di vita. Le forze dell’ordine stanno indagando per ricostruire le vicende, anche se l’ipotesi più accreditata sembra essere quella di un regolamento di conti fra bande per il controllo dello spaccio di droga.

SANITA’. Sindacati. “Medici di base a pagamento? No, grazie”

«Medici di medicina generale a pagamento? No, grazie. La salute è un bene primario e il sistema sanitario in Italia è e deve restare universale, pubblico e, di base, gratuito». È chiara e netta la posizione dei sindacati dei pensionati di Cgil Cisl e Uil del Veneto di fronte all’iniziativa lanciata a Treviso da un ambulatorio privato che ha deciso di offrire i servizi dei propri medici con il corrispettivo di una somma corrispondente a una specie di “ticket”. Un vero e proprio caso di “privatizzazione” selvaggia della sanità regionale  – si legge in una nota ufficiale dei sindacati – che preoccupa e mette in allarme i rappresentanti dei pensionati, in sintonia con i timori espressi dalla stessa Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg).  Tutti i dettagli nel nostro portale di informazione notizieplus.it.

CRONACA. Emergenza COVID-19, 812 nuovi casi nel veneziano

Emergenza COVID-19. Il bollettino di Azienda Zero di oggi, giovedì 27 ottobre, (dato riferito alle 8), evidenzia 4.310 nuovi casi di contagio in Veneto,  di cui 812 nella provincia di Venezia. Il numero degli attualmente positivi si trova a quota 57.143 dei quali 8.277 nel veneziano. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza pandemia sono stati registrati 2.409.947 casi di contagio nel territorio regionale, nel veneziano 404.846. Circa la situazione dei ricoveri: sono attualmente 736 i pazienti positivi al COVID in cura negli ospedali veneti, nelle aree non critiche, 23 sono invece quelli ricoverati nelle terapie intensive.


Condividi sui social