redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

La Guardia di Finanza sequestra oltre 17mila prodotti potenzialmente pericolosi – TG Plus NEWS Venezia

173Views
Condividi sui social

CRONACA. La Guardia di Finanza sequestra oltre 17mila prodotti potenzialmente pericolosi

La Guardia di Finanza ha effettuato controlli di natura economica in prevalenza a Mestre e in centro storico, su attività commerciali gestite da soggetti di etnia straniera, a volte gravati da precedenti di polizia o, comunque, caratterizzati da specifici alert di rischio a disposizione delle Fiamme Gialle. I finanzieri hanno, così, sequestrato 17.350 articoli di bigiotteria, souvenir, prodotti per la persona ed accessori vari d’abbigliamento, privi delle indicazioni previste dalla legge a tutela dei consumatori, rinvenuti all’interno di 14 negozi ed esercizi commerciali (9 in centro storico e 5 in terraferma, nell’area di via Piave).

CRONACA. Sequestrati oltre 60 kg di cibo senza informazioni sugli allergeni

In un caso, a Mestre, in zona Piave, sono stati sequestrati anche 63,21 kg. di alimenti (preparati per cottura cibi e bevande prevalentemente etniche) privi delle specifiche informazioni sugli allergeni, che hanno portato alla richiesta di applicazione, al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, di sanzioni amministrative per 16 mila euro. Le attività sono state svolte dai Baschi Verdi congiuntamente a personale dell’Ispettorato della tutela della qualità e della repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari.

CRONACA. Spaccio di droga, un arresto e una denuncia a Noventa di Piave

Il 13 aprile i Carabinieri di Noventa di Piave hanno arrestato un 39enne albanese, senza fissa dimora e denunciato un italiano per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I militari avendo notato un’autovettura effettuare uno stano andirivieni, hanno proceduto al controllo degli occupanti, apparsi particolarmente agitati. All’interno dell’auto e dell’abitazione sono state trovati: oltre 32 grammi di cocaina, più di un etto di hashish, 450 euro in contanti ritenuti verosimile provento di attività illecita, nonché due bilancini di precisione. L’albanese, dopo la convalida dell’arresto, nel giudizio per direttissima svoltosi il 15 aprile è stato condannato a 7 mesi di reclusione e alla multa di 1.500 euro con sospensione della pena e obbligo di svolgere 100 ore di lavori di pubblica utilità.

CRONACA. I gondolieri sub a Murano recuperano oltre 1.600 kg di rifiuti

Ultima attività di recupero dei rifiuti nei canali di Venezia per la stagione 2023/24 da parte dei Gondolieri sub che si sono immersi ieri per la prima volta a Murano facendo registrare il record assoluto di raccolta rifiuti dai fondali. Il bilancio, al termine dell’operazione, è di circa 1600 chilogrammi di rifiuti recuperati dai fondali, tra cui: vario materiale in ferro, una lavatrice, un forno da cucina, 2 cestini per l’immondizia, alcuni tubi innocenti, 18 metri di tubi vari, un monopattino, un pesante blocco di marmo, un tavolo da soggiorno, un copri motore per barca, due telefonini e alcuni copertoni. Le immersioni dei gondolieri sub hanno permesso di raccogliere in quasi 5 anni oltre 20 tonnellate di rifiuti. Le attività riprenderanno il prossimo autunno.


Condividi sui social