redazione@tgplus.it
TG+ Cultura

SPECIALE LIBRI – L’enigma della camera 622 – TG Plus CULTURA

841Views
Condividi sui social

Tra le letture più apprezzate di questa calda estate, compare anche l’ultimo thriller di di Joel Dicker “L’enigma della camera 622”. Un romanzo che definire mozzafiato è riduttivo.

Partiamo con l’analizzare la trama.

Il libro è ambientato in un fine settimana di dicembre nel Palace de Verbier, un lussuoso hotel che si trova nella magica cornice delle Alpi svizzere e che ogni anno ospita la festa di un’importante banca di affari di Ginevra che quest’anno però dovrà nominare il suo nuovo presidente. Ed è proprio durante la notte delle elezioni che succede qualcosa di inaspettato e macabro. Un omicidio nella camera 622 che smuove l’intero mondo finanziario della Svizzera. Sul fatto indaga la polizia che però non riesce ad individuare il colpevole e nel frattempo l’hotel prova a tornare alla normalità il prima possibile per riprendere a lavorare per la stagione più fruttuosa, quella invernale.

Da questa vicenda, si va avanti nel tempo, a 15 anni dopo quando uno scrittore sceglie lo stesso hotel per sfuggire al blocco dello scrittore e raccogliere nuove idee ma, una volta arrivato viene a conoscenza dell’omicidio e ne rimane affascinato. Condivide le sue scoperte con una donna che alloggia sola nell’hotel e che lo spinge ad indagare.

Un romanzo ricco di colpi di scena che segue di fatto due linee temporali, entrambe con un proprio perché. Ma è un romanzo fatto soprattutto di personaggi ambigui, dalle molteplici facce e soprattutto verità che oltre a cercare di scoprire chi è stato a commettere l’omicidio, sono impegnati in giochi personali, tradimenti, inganni, gelosie, giochi di potere e di famiglia.

Tutti questi aspetti sono perfettamente mixati all’interno del romanzo che abbraccia alla perfezione le tinte thriller con cambi continui di direzione all’interno del testo che tengono il lettore ancorato ad ogni singola parola fino al punto finale.


Condividi sui social