redazione@tgplus.it
Senza categoriaTG+

Marijuana sequestrata, coltivatore si difende – TG Plus NEWS

915Views
Condividi sui social

Notizie 18 ottobre – ed. pomeriggio

 

Cronaca. Marijuana sequestrata, coltivatore si difende

“E’ canapa sativa”: con queste parole un ex camionista 52enne di Gaiarine ha giustificato la presenza in un casolare di sua proprietà di una vera piantagione di marijuana. L’odore inequivocabile delle piante aveva attirato i poliziotti che, dopo aver fatto irruzione, avevano arrestato l’uomo, poi rimesso in libertà. Le analisi di laboratorio chiariranno se le piante presentino o meno una percentuale minoritaria del principio attivo THC e se si trattino dunque di coltivazioni dedicate ad aspetti curativi o a fini di spaccio.

Politica. CasaPound imbavaglia i monumenti

Singolare iniziativa degli attivisti trevigiani della tartaruga frecciata che, per protestare contro la chiusura dei profili social, hanno deciso di apporre un bavaglio alle statue della città. Il Mario Del Monaco di piazza Borsa e la replica della Fontana delle Tette in Galleria della Strada Romana sono due dei monumenti oggetto del blitz degli esponenti di destra.

Economia. Chiude il negozio di Guido Pomini

Serrande abbassate a fine mese per il “Marè”, il negozio di costumi da bagno di design di Guido Pomini, ex presidente di Ascom Confcommercio e numero uno di FederModa Treviso, già proprietario dello storico “Del Bo” in Calmaggiore. L’emporio di via Martiri della Libertà effettuerà una svendita totale a partire da martedì 22 ottobre sino a giovedì 31. L’attività proseguirà soltanto online nel sito ufficiale della boutique.

Cultura. Addio alla Casa Editrice Santi Quaranta

E’ partito il conto alla rovescia per la chiusura prima del negozio e poi dell’attività produttiva di Santi Quaranta, casa editrice interamente trevigiana che da poco tempo aveva festeggiato il trentennale dell’attività. A fine anno chiuderà il punto vendita adiacente a Ca’ Sugana mentre entro il il 31 gennaio 2020 cesseranno definitivamente le pubblicazioni. Ferruccio Mazzariol, titolare dell’attività, ha motivato la scelta con il mancato ricambio generazionale e con lo scarso interesse delle istituzioni ma si dichiara aperto a proposte da parte di imprenditori intenzionati a rilevare storia e marchio.


Condividi sui social