redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Mestre, Via Cappuccina: demolita la palazzina dell’ex CED – TG Plus NEWS Venezia

216Views
Condividi sui social

CRONACA. Mestre, Via Cappuccina: demolita la palazzina dell’ex CED

Sono terminate senza imprevisti le opere di demolizione della Palazzina ex CED, la struttura dismessa da tempo che andava demolita per consentire, in via Cappuccina a Mestre, l’ammodernamento della sede distrettuale e la costruzione della nuova Casa della Comunità. L’attività di sanità territoriale prosegue regolarmente negli spazi fronte strada: la sede distrettuale, non sarà toccata dal cantiere se non a primavera avanzata, quando si avvierà l’intervento per l’adeguamento antisismico: la lì in poi, quindi indicativamente dal mese di luglio, per le necessità di cantiere, verrà trasferito nella sede distrettuale di Favaro Veneto il servizio di Fisioterapia, unica tra le attività di via Cappuccina che modificherà la propria offerta all’utenza durante i lavori, che saranno comunque compiuti entro il 2026.

CRONACA. Al via la petizione di Coldiretti per l’Etichetta di Origine

Già da sabato 13 aprile, nei mercati di Campagna Amica del Veneto, così anche a Mestre in via Palamidese 3/5 , sarà possibile firmare la petizione di Coldiretti per una proposta di legge europea di iniziativa popolare sulla trasparenza del cibo sulle tavole italiane. Dopo l’annuncio durante il presidio al Brennero, dove sono state raccolte le prime sottoscrizioni, ora l’obiettivo è arrivare a quota un milione di firme per dire basta ai prodotti importati e camuffati come italiani e difendere la salute dei cittadini e il reddito degli agricoltori, estendendo l’obbligo dell’indicazione di origine in etichetta a tutti i prodotti alimentari in commercio nell’Ue. L’iniziativa potrà essere sostenuta anche negli uffici territoriali di Coldiretti, presso gli sportelli dell’associazione diffusi su tutti i comuni, nelle occasioni di incontro con il pubblico organizzate dai movimenti donne, giovani e senior, inoltre sarà promossa anche sui social media con l’hashtag #nofakeinitaly.

SANITA’. Jesolo, Congresso Nazionale dei Caposala: “In 3 anni oltre 17mila infermieri hanno lasciato l’Italia”

Il centro nazionale per il monitoraggio ed il miglioramento della qualità del capitale umano delle aziende sanitarie, RUSAN, la definisce una situazione allarmante: negli ultimi 3 anni 21.000 infermieri hanno presentato dimissioni volontarie per cambiare il posto di lavoro; 17.809 infermieri hanno lasciato l’Italia per lavorare all’estero; entro il 2027 andranno in pensione 21.000 infermieri e oltre a questo il 28% degli operatori sanitari è orientato al prepensionamento. Complessivamente sono circa 65.000 gli infermieri mancanti nella sanità italiana. Ad elencarli è stato il professor Marco Rotondi, presidente dell’Istituto Europeo Neurosistemica e docente all’Università di Genova, nel corso della seconda giornata del Congresso Nazionale dei Caposala-Coordinatori in svolgimento al Palazzo del Turismo di Jesolo.

CRONACA. Bambini a lezione di sicurezza nella Smart Control Room

Nell’ambito del progetto di Educazione stradale e nautica promosso nelle scuole per l’anno 2023 – 2024, questa mattina è stata accolta alla Smart Control Room del Tronchetto una classe di piccoli allievi della scuola dell’infanzia “Madonna della Pace”. La visita è avvenuta a seguito di una prima parte teorica con alcune lezioni sulle forme segnaletiche. I bambini, accolti dall’assessore alla sicurezza Elisabetta Pesce e dal comandante generale della Polizia locale Marco Agostini, si sono subito mostrati incuriositi dalla grande sala operativa che si affaccia sul Ponte della libertà e hanno ascoltato attentamente le spiegazioni.


Condividi sui social