redazione@tgplus.it
TG+TG+ Treviso

Scomparso Madarò, promotore della cultura cinese in città

198Views
Condividi sui social

CRONACA. Scomparo Madarò, promotore della cultura cinese in città

Mario Conte esprime cordoglio per la scomparsa di Adriano Màdaro, noto sinologo trevigiano e membro del Consiglio direttivo permanente dell’Accademia Cinese di Cultura Internazionale. «La notizia della sua morte mi rattrista molto», le parole del primo cittadino. «Màdaro è stato un esponente di spicco della cultura trevigiana, veneta e italiana e ha dedicato più di 50 anni della sua carriera allo studio della Cina. Con lui c’è stata anche una lunga e proficua collaborazione che ha portato all’organizzazione di grandi mostre, fra cui “La Cina segreta – La Città Proibita e 4000 anni di storia cinese” e presentazioni delle sue opere, caratterizzate da una capacità di approfondimento e di analisi uniche, dalla storia alla contemporaneità. Il suo contributo al panorama culturale è stato di altissimo spessore. A nome della Comunità trevigiana porgo le più sentite condoglianze alla famiglia». 

CRONACA. Rissa a Porta S. Tomaso, il Botegon sospende la “Domenica Italiana”

Dopo la rissa dell’altra sera in piazzale Burchiellati stop alla “Domenica Italiana”. Gli organizzatori dell’aperitivo musicale (l’ Osteria Al Botegon ed i locali vicini) hanno deciso di fermare l’evento per le prossime due Domeniche. Nella sera del 3 dicembre era scoppiata una brutale zuffa tra alcuni ultras del Treviso Calcio e i rugbisti del Mogliano. Lo stesso sindaco Conte ieri aveva annunciato la volontà di contattare la Questura e sospendere la manifestazione; ma le istituzioni sono state per una volta anticipata dalla stessa gestione dell’evento Domenica Italiana, che per almeno due settimane stopperà la cosa, valutandone la ripartenza solo dopo che si saranno calmati gli animi e sempre che vi siano le condizioni per poter ripartire in serenità e sicurezza.

CRONACA. 7 attività sospese per lavoro nero e carenza di sicurezza

Lavoratori impiegati in nero e cantieri senza adeguate norme di sicurezza. Questo quanto rilevato durante i controlli dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro in collaborazione con i carabinieri di Treviso svolti negli ultimi giorni nelle aziende settori dell’edilizia, dell’agricoltura e del commercio in diversi comuni della provincia. Nel corso dell’attività ispettiva sono state sospese 7 attività imprenditoriali e sono state individuate numerose inadempienze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro che hanno portato complessivamente a elevare sanzioni per oltre 250mila euro.

LAVORO. Pensioni dei sanitari ridimensionate? I sindacati chiedono aiuto al Prefetto

“No ai tagli alle pensioni dei sanitari”. Una delegazione della Rappresentanza Sindacale Unitaria della Ulss 2 Marca Trevigiana, in rappresentanza dei circa 10mila dipendenti dell’azienda, ha incontrato un delegato del Prefetto di Treviso Angelo Sidoti e consegnato una lettera per chiedere di farsi portavoce con l’esecutivo Meloni per eliminare dalla bozza della Legge finanziaria 2024 l’articolo 33, che prevede un importante ridimensionamento della quota retributiva della pensione, ovvero quella riguardante i contributi versati prima del 1996, per alcune categorie di dipendenti pubblici, a partire dai sanitari.


Condividi sui social