redazione@tgplus.it
TG+ Sapori

SPECIALE CUCINA – Frutta fresca e matura, il ciclo di vita da rispettare – TG Plus FOOD & BEVERAGE

1.37KViews
Condividi sui social

Incontro con Michela Consalter di Urban Kitchen School

La frutta fresca ha un ciclo di vita che occorre rispettare, se vogliano mangiarla al massimo delle sue proprietà organolettiche. Infatti, ci sono dei frutti, detti climaterici, che deperiscono velocemente una volta raccolti dalle piante. L’esempio più noto sono le more, le fragole, i mirtilli, il ribes, ricchi sostanze antocianine, la cui “freschezza” viene meno velocemente, anche se custoditi nel frigorifero. Andrebbero staccati dalla pianta e consumati nel giro di poche ore. Ma questo non è possibile, quando li acquistiamo nei banchi dei supermercati, a qualche giorno dalla raccolta. E si perde l’essenza del loro aroma.

Michela Consalter, cuoca e docente della scuola “Tortechepassione-Urban Kitchen School” di Paese, spiega come conservare in modo corretto, e per quanti giorni,  i frutti climaterici in cui troviamo  mela, albicocca, caco, avocado, banana, fico, kiwi, pesca, pera, prugna, cocomero, melone, pomodoro (ma non tutte le varietà), nashi (pera asiatica o pero giapponese), mango, papaya.

 


Condividi sui social