redazione@tgplus.it
TG+TG+ Cultura - Treviso

TG PLUS CULTURA – Chiedimi la luna – SPECIALE LIBRI

722Views
Condividi sui social

In vetta alla classifica dei libri più letti questa settimana per la categoria narrativa fantasy c’è “Chiedimi la luna” di Cristiano Caccamo. Una favola sull’amore, sui cambiamenti e sulla coscienza di sé. In questo suo romanzo d’esordio Caccamo tira fuori ogni sfumatura dell’amore.

Iniziamo però con l’analizzare insieme la trama.

Aibek appartiene a una famiglia che, di generazione in generazione, si tramanda un lavoro di grande sapienza e abilità: accendere e spegnere la luna. Un compito scrupoloso, fatto di centimetri, per spostare con uno spazzolone granelli di luce sull’esatta porzione da illuminare. Ci vogliono tanta precisione e dedizione, perché è un mestiere solitario, lassù in mezzo all’universo. Quando il padre si ritira, tocca ad Aibek diventare l’artefice di quella magia. Ma la luna è fatta anche di un’ombra scura e il ragazzo non resiste alla tentazione di esplorare quel territorio, ignoto e minaccioso. È così che tutto cambierà. Improvvisamente lui si troverà sulla terra, la “palla bluastra” che ha sempre guardato con curiosità da lassù. Smarrito e spaventato, Aibek vivrà l’avventura di un mondo sconosciuto, senza comprendere lo scorrere del tempo, la pioggia, gli alberi, le strade, gli animali… e l’amore. Sarà Adhara a guidarlo nel caos insensato della vita sulla terra, con la sua forza e la sua fragilità di giovane donna. E Aibek troverà nelle emozioni dell’amore la piena consapevolezza di sé e del suo destino.

All’interno del libro ci sono delle frasi davvero impattanti come: “Essere l’accenditore della luna significa abbracciare un’arte molto complessa. Perché siamo noi ad alimentare, con la luce, le speranze e i sogni di quel piccolo punto bluastro.” “Non importa quanto grande sia il gesto, ma quanto grande sia il rumore che fa quando lo ricordi.”

E’ una lettura sicuramente molto veloce, ma sono 160 pagine emozionanti, sarà anche per questo che si leggono tutte d’un fiato. Un libro per i sognatori che forse chi ha i piedi ancorati perfettamente a terra farà fatica ad apprezzare in ogni sua piccola sfumatura.

E’ una storia dolce, delicata e romantica capace di farti affezionare ai due ragazzi anche in così poche pagine. E in questo l’autore è stato davvero bravo.

Il libro però scorre un po’ troppo velocemente e alcuni passaggi sono dati un po’ frettolosamente, soprattutto nei capitoli finali dove le vicende si susseguono con un ritmo davvero incalzante.

Libro consigliato a chi ama sognare, a chi ancora crede nella magia dell’amore e ai fan delle letture veloci. 

 


Condividi sui social