redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

TG Plus NEWS Venezia 5 settembre 2020, edizione del sabato

947Views
Condividi sui social

CRONACA. Mirano, incidente stradale: deceduto un 23enne

La notte scorsa, poco dopo le 3:15, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Scaltenigo a Mirano per la fuoriuscita di un’auto: deceduto un 23 enne del posto. L’automobilista dopo aver perso il controllo dell’auto è finito in un piccolo canale di scolo, contro il terrapieno di cemento dell’ingresso di un’abitazione. I pompieri arrivati da Mira, hanno soccorso il giovane uomo all’interno dell’Opel Agila, purtroppo nonostante i soccorsi il personale medico del SUEM ne ha dovuto dichiarare la morte. I carabinieri hanno eseguito i rilievi del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate all’alba.

POLITICA. Oggi Salvini a Venezia e Mestre

Giornata veneziana per Matteo Salvini, segretario della Lega. Per il  senatore del carroccio questa mattina visita ad una fornace a Murano ed al gazebo della Lega in Campo Santo Stefano. Nel pomeriggio tappa a Mestre, dove Salvini dalle 14.30 sarà al chiostro M9, nel corso di un evento con accesso su prenotazione, poi andrà in Piazza Ferretto al Gazebo della Lega. Quindi si sposterà a Portogruaro, dove dalle 17 sarà nell’area esterna di villa Comunale. Si potranno seguire gli eventi in diretta Facebook sulla pagina @LegaProvinciaVenezia.

CRONACA. Controlli dei Carabinieri: denunce e segnalazioni a Mestre e in terraferma

I Carabinieri di Mestre  hanno denunciato all’Autorità  Giudiziaria un giovane moldavo classe 1994, con numerosissimi precedenti di polizia, controllato a Mira nei pressi di un locale pubblico, il quale ha esibito ai militari dell’Arma, sperando evidentemente di passarla “liscia” una carta d’identità palesemente falsa, non sfuggita però agli agenti, che hanno fatto scattare la denuncia a piede libero per la specifica ipotesi di reato. Sono in corso opportune verifiche sul documento sequestrato. Duplice denuncia invece per altrettanti furti, nei confronti di un libico che tentava di rifarsi il guardaroba da Coin alle “Barche” di Mestre e di una donna moldava che invece voleva la borsa nuova da “Quello Giusto” a Mirano, senza però pagare alle casse. Sono due anche gli utenti della strada sorpresi alla guida ma con un tasso alcolemico oltre il limite, denuncia e patente sospesa per entrambi. Al termine dei controlli sono ben undici invece le persone segnalate al Prefetto come consumatori di stupefacente, poiché sorpresi con modiche quantità di stupefacente, in particolare marijuana, a Mira proprio nel corso del monitoraggio della “Movida”, che ha contato quasi 150 persone nel complesso sottoposte a controllo.

ECONOMIA. CGIA Mestre: un occupato su quattro è sovraistruito

Sono oltre 5.800.000 gli occupati sovraistruiti presenti in Italia. A dirlo è l’Ufficio studi della CGIA di Mestre, con riferimento ai diplomati e ai laureati che svolgono una professione per la quale il titolo di studio maggiormente richiesto è inferiore a quello posseduto. Nel 2019 erano  poco meno del 25 per cento del totale degli occupati e la loro incidenza è in costante aumento: negli ultimi 10 anni, infatti, i dati assoluti dei sovraistruiti in Italia sono cresciuti di quasi il 30 per cento. Se, inoltre, calcoliamo la percentuale solo sugli occupati che possiedono un diploma di scuola media superiore o una laurea, l’anno scorso l’incidenza degli sovraistruiti è salita al 40 per cento. “Non va dimenticato  che grazie al ricambio generazionale registrato in questi anni sono usciti dal mercato del lavoro tanti over 60 con livelli di istruzione bassi che sono stati rimpiazzati  da giovani diplomati o laureati senza alcuna esperienza professionale alle spalle.”Afferma il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo. Per combattere la sovraistruzione, fanno sapere dalla CGIA, bisogna assolutamente ridurre lo scollamento tra domanda e offerta di lavoro, cercando di far coincidere sempre più le esigenze aziendali con le specificità e l’autonomia del mondo della scuola. Per saperne di più potete consultare il nostro portale di informazione notizieplus.it.


Condividi sui social