redazione@tgplus.it
TG+ SaluteTG+ Salute - PadovaTG+ Salute - TrevisoTG+ Salute - Tutte le provinceTG+ Salute – Venezia

IMPIANTO DENTALE: quando è necessario?-TG Plus SALUTE

447Views
Condividi sui social

Un impianto dentale permette di sostituire i denti mancanti o compromessi mediante l’inserimento di perni o viti  in titanio e zirconio. Quando è necessario? Ne parliamo con lo specialista.

Nel processo di odontoiatria implantare si procede, se necessario, con l’estrazione dei denti che non sono più idonei a svolgere la funzione masticatoria e, come detto, vengono sostituiti con impianti dentali. Su questi impianti vengono successivamente fissate delle corone che possono essere realizzate con materiali più idonei in base al caso (es. zirconio e ceramica) e che hanno un costo variabile. Gli impianti dentali possono essere anche usati per stabilizzare le protesi dentali removibili e per apporre protesi dentali totali fisse.

L’assenza di più di un dente può essere risolta con il posizionamento di alcuni impianti dentali in punti strategici in maniera tale che diventino i pilastri necessari alla realizzazione di un ponte fisso. Tale metodica evita di limare i denti sani per eseguire un ponte tradizionale su denti naturali. Un altro vantaggio degli impianti rispetto alla protesi fissa tradizionale è dato dal fatto che la presenza della vite blocca il riassorbimento osseo.

L’intervento per l’applicazione di un impianto dentale è abbastanza veloce e semplice tuttavia può comportare dei piccoli fastidi come lieve dolore e gonfiore della gengiva che però nel giro di 4-5 giorni tendono a regredire. Nella tecnica che non prevede l’incisione della gengiva e l’inserimento dei punti sutura i fastidi post operatori sono ridotti al minimo o quasi del tutto inesistenti.

Approfondiamo l’argomento con il dottor Peruzzo Simone,  titolare dello Studio Odontoiatrico Splendente, Odontoiatra e igienista dentale.

Resta sempre aggiornato: TG Plus SALUTE


Condividi sui social