redazione@tgplus.it
TG+ Sport

Niente Gavia, ecco il Mortirolo – TG Plus SPORT

929Views
Condividi sui social

L’allarme lanciato soltanto una settimana fa da Mauro Vegni nell’intervista che abbiamo raccolto in occasione della crono di Riccione per TG Plus SPORT ha preso corpo. L’incubo neve non abbandona il transito del Giro d’Italia sul Passo Gavia e per questo la direzione corsa ha annunciato due giorni fa la variazione di percorso per la tappa Lovere-Ponte di Legno che scatterà tra un paio d’ore. 

Il Giro d’Italia cambia dunque forma e questo potrebbe incidere anche sulla lotta per la maglia rosa di Verona. “Abbiamo deciso, alla luce delle risultanze meteo che ci sono state, e che hanno di fatto creato un peggioramento delle condizioni meteo e di quanto hanno detto i meteorologi della Lombardia, che il Gavia non si può fare. C’e’ il rischio-slavine, e quindi siamo stati costretti a prendere una decisione, in modo da preorganizzare la tappa in modo corretto”.

La conferma poi ufficiale domenica sera del direttore del Giro d’Italia, Mauro Vegni, in vista della 16^ tappa, di oggi martedi’ 28 maggio, da Lovere (Bg) a Ponte di Legno (Br), lunga 226 km. La frazione prevedeva il Gavia, Cima Coppi dell’intera corsa rosa: spazio dunque al “piano B”. Località di partenza e di arrivo rimangono invariate. La tappa avrà una lunghezza di 194 km invece dei 226 preventivati e, al posto del Gavia, comprenderà il passaggio sulla salita di Cevo inserita al chilometro 89 (10,6 km con pendenza media del 5,9%). Cancellato il doppio passaggio per Ponte di Legno, confermata come ultima salita di giornata il Passo del Mortirolo. La Cima Coppi sarà disputata sul Passo Manghen, durante la tappa 20, ovvero domani, quando il giro comincerà ad avvicinarsi alle Dolomiti.


Condividi sui social