redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Sindacati e Lavoratori dei musei civici scesi in piazza per ripartire – TG Plus NEWS

809Views
Condividi sui social

TG Plus NEWS Venezia – ed. mattina 15 luglio

Attualità. Sindacati e Lavoratori dei musei civici scesi in piazza per ripartire

Flash mob ieri a Venezia davanti al Ponte della Paglia, organizzato dai sindacati CGIL, Cisl e Uil insieme con i lavoratori dei Musei civici Veneziani. Con lo slogan di “Venezia riparte dalla cultura. riaprite i musei”, su uno striscione esposto, i lavoratori, che indossavano le mascherine, hanno manifestato nei pressi di Piazza San Marco, distribuendo volantini ai passanti, chiedendo di riaprire tutti i Musei civici, senza più attendere né rinviare.  In gioco, secondo i dimostranti, c’è il futuro di decine di lavoratori che temono di perdere il posto a causa della chiusura provocata dall’emergenza sanitaria. Poi è arrivato, nel pomeriggio, un comunicato che annuncia la riapertura di Palazzo Ducale e Museo Correr ogni giorno dal primo di agosto e l’ampliamento di alcuni orari per altre sedi. Secondo i sindacati, però, questo non basta.

Attualità. L’allarme: “Fessure nel Campanile di San Marco”

“Nel blocco di fondazione del campanile di San Marco sono state rilevate numerose e rilevanti fessure che ne minano la stabilità, Dal 1998 sono in rilevante e progressivo aumento, capace di mettere a rischio l’intero campanile”. Così, in una lettera aperta, il noto ingegnere Giorgio Macchi scrive per mettere in guardia la Procuratoria e gli altri enti. “Servono -si legge ancora nella lettera – monitoraggi ogni dieci giorni, per evitare un altro crollo”. Proprio ieri, 14 luglio, infatti, trascorrevano 118 anni dal crollo del Campanile Di San Marco.

Attualità. Pellestrina, 200 mila euro per il nuovo guard-rail

La Giunta comunale di Venezia ha deciso lo stanziamento di 200 mila euro per il guardrail lungo la strada di Santa Maria del Mare, strada nota per essere piuttosto stretta e pericolosa:  attualmente infatti  si trova in stato di completa esposizione e che, in passato, è stata purtroppo luogo di incidenti, con auto finite direttamente in acqua. I lavori, che inizieranno nel giro di poche settimane, saranno realizzati da Insula.

Attualità. Demolita un’altra parte del villaggio Sinti di Favaro

Ieri sono state abbattute altre sette case abbandonate nel campo Sinti di via del Granoturco. Inaugurato nel novembre del 2009, il campo si trova ora quasi del tutto in disuso. Le operazioni fanno parte del piano del Comune di Venezia che prevede la demolizione di tutte e trentanove le unità abitative, allo scopo d impedire che le casette vuote, in stato di degrado, possano esser occupate da altre persone, creando ulteriori situazioni di  tensione nella zona.


Condividi sui social