redazione@tgplus.it
TG+TG+ Venezia

Tragedia a Sottomarina, in fiamme una casa: tre morti – TG Plus NEWS Venezia

164Views
Condividi sui social

CRONACA. Tragedia a Chioggia, in fiamme una casa: tre morti

Tragedia nella notte tra sabato e domenica  in via Roma a Sottomarina di Chioggia, dove è divampato un incendio che ha coinvolto il piano terra di un’abitazione affiancata disposta su tre livelli: deceduti una coppia di 63 e 58 anni e il figlio 27 enne. L’allarme è stato dato da alcuni giovani che hanno visto le fiamme uscire dall’abitazione e si sono prodigati anche con una scala per provare a mettere in salvo le persone. I vigili del fuoco arrivati da Chioggia, Cavarzere e Mestre con 7 automezzi antincendio e 18 operatori coordinati dal funzionario di guardia il caposervizio hanno spento le fiamme, mentre il fumo si è incanalato nel vano scala, saturando tutta l’abitazione. I vigili del fuoco entrati con gli autorespiratori hanno trovato al secondo piano le persone prive di vita come accertato dai sanitari del Suem. Le fiamme al piano terra sono state completamente spente e l’immobile dopo la bonifica è stato posto sotto sequestro dai vigili del fuoco.

CRONACA. Tragedia di Sottomarina, Zaia: “Vicino a familiari e amici delle vittime”

“Una drammatica notizia ci ha accolto questa domenica: una famiglia, due genitori con il loro figlio, hanno trovato la morte a causa di un incendio nella loro casa di Sottomarina. Una vera tragedia che si è consumata in una nostra città, una realtà che non può lasciare indifferenti e sconvolge gli animi. In questo momento doloroso rivolgo un pensiero a nome di tutti i Veneti alle vittime ed esprimo la mia vicinanza ai loro familiari e amici”. Questo il pensiero del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, appena venuto a conoscenza del tragico incendio che la scorsa notte è costato tre vittime della stessa famiglia a Sottomarina.

CRONACA. Ricercato per truffe, arrestato a Mestre

Nella mattinata del 19 marzo  i Carabinieri della Compagnia di Mestre, a seguito di una prolungata attività di ricerca estesa su tutta la Città metropolitana, hanno rintracciato in un’abitazione di Mestre un 53enne del posto destinatario di un ordine di carcerazione, dovendo espiare una pena detentiva della durata di 1 anno e mesi 5 di reclusione per truffe commessa nelle province di Frosinone, Agrigento e Torino nell’estate del 2017.
Al termine delle formalità di rito, è stato portato nella Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

CRONACA. Venezia, nelle isole 6 denunce, 2 sequestri e 3 sanzioni per reati ambientali

Nei giorni scorsi, i Carabinieri di Venezia – con l’ausilio del personale dell’A.R.P.A. Veneto e del Comune di Venezia – hanno svolto un servizio straordinario di controllo dell’area lagunare per la verifica del rispetto delle norme sulla circolazione acquea e la prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale. In particolare, nello specchio acqueo davanti a un’isola della laguna è stata fermata e sottoposta a sequestro un’unità navale di grosse dimensioni mentre eseguiva lavori di dragaggio sprovvista delle idonee certificazioni attestanti i requisiti di navigabilità. Per tale motivo sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria il comandante e l’armatore.  Inoltre, sono stati denunciati i legali rappresentanti di 4 ditte che condividevano, su un’isola della laguna, un’area di circa 1600 mq che sembrerebbe essere stata utilizzata in modo illecito per lo stoccaggio di rifiuti anche pericolosi esposti permanentemente all’azione degli agenti atmosferici.


Condividi sui social